giovedì 24 gennaio 2008

Sarà la volta buona?....

....Il grande ritorno?.... o l'ennesima bomba pubblicitaria?....

Sono trascorsi ormai 14 anni da The Spaghetti Incident, ultimo timido parto discografico dei Guns 'n' Roses. La band simbolo della rinascita dell'hard rock stradaiolo negli anni '90, si è dissolta e vive in sporadiche riunioni live e nei progetti confusi del suo leader, il cantante Axl Rose. Da anni i fan attendono Chinese Democracy, l'album del grande ritorno in scena del gruppo. Puntualmente l'uscita viene rimandata, tanto che in molte parti del mondo il pubblico minaccia la protesta. Ma dalla band arrivano alcune notizie incoraggianti. Come i Radiohead? - Concluse nel dicembre scorso le registrazioni dei brani inediti, alcuni dei quali sono stati eseguiti in concerto in versioni provvisorie, Axl e la sua banda starebbero stringendo i tempi per far uscire Chinese Democracy entro il 2008. I Guns potrebbero seguire l'esempio dei Radiohead, pubblicare il materiale in versione digitale a marzo e poi far arrivare l'album nei negozi con alcuni bonus aggiuntivi a dicembre. L'alternativa sarebbe la strategia seguita da Prince, che ha allegato il suo disco ad un giornale con ottimi risultati. Licenziato il manager - Lo stesso Axl Rose ha licenziato Merck Mercuriadis, del managemente del gruppo, il quale per tenere viva l'attesa del pubblico, aveva diffuso un comunicato in cui lasciava intendere che Chinese Democracy sarebbe uscito il 26 dicembre. Niente di più falso e anzi, Axl e soci hanno poi fatto sapere che gli attesi concerti di gennaio 2008 sarebbero stati annullati per concentrarsi sull'uscita dell'album.
E poi ancora un annuncio, che voleva l'uscita dell'album il 12 febbraio, appoggiato stavolta anche dall'inizio delle prevendite sul sito amazon.com; un'altra bufala e ormai le notizie sull'uscita del disco vengono lette e scritte solo per dovere di cronaca.
.
Il mistero continua ma questa volta i segnali paiono più incoraggianti. Sul Web circolano le versioni pirata dei nuovi brani Better, I.R.S. e There Was A Time. Alla lavorazione hanno partecipato numerosi ospiti, tra cui Brian May (Queen) e Dave Navarro (Jane's Addiction) e i produttori Marco Beltrami e Paul Buckmeister.
Insomma dopo 14 anni la nebbia attorno all'album più controverso della storia del rock non si è ancora diradata, ma i fan, e io per primo, resteranno in attesa, fiduciosi come negli ultimi anni.... prima o poi qualcosa si smuoverà, e come sempre se si parla dei guns sarà devastante....
.
....incrociamo le dita.....

Nessun commento: