venerdì 29 febbraio 2008

Björk torna in Italia


A sette anni di distanza dalla sua ultima esibizione romana, torna in concerto nella capitale Björk Gudmundsdottir, in arte Björk.
La Fondazione Musica per Roma è lieta di presentare nella spettacolare Cavea dell'Auditorium Parco della Musica la cantante islandese in concerto per la prima data italiana del "Volta Tour".
.
Dopo Corea, Giappone, Cina, Inghilterra, Irlanda e Germania, venerdì 25 luglio 2008 (ore 21:00), nell'ambito della rassegna Luglio Suona Bene 2008, L'eclettica cantautrice islandese si esibirà proponendo i brani del suo nuovo album, Volta, con il quale l'artista ritorna al sound più energico degli esordi, con una particolare attenzione ai testi e a temi politici. Brani come Earth Intruders o Declare Indipendence illustrano poeticamente la sua posizione nei confronti di un'umanità sempre più incline a sfruttare la terra e a plasmarla a proprio piacimento. Al progetto hanno collaborato anche artisti come Timbaland (co-producer di Justin Timberlake, Nelly Furtado e Madonna), Antony Hagarty (degli Antony &The Johnson) e Konono n.1. Questi ultimi due sono stati più volte ospiti della Fondazione Musica per Roma.
Per la seconda data italiana del suo tour estivo Björk ha scelto, come già aveva fatto in passato, la splendida cornice dell'arena di Verona. Per tutti i suoi fans italiani, e per chi ama la buona musica l'appuntamento è il 25 Luglio....
.
Riguardo al suo nuovo album - Volta - Björk afferma:
«Ricerco sempre parole che abbiano una qualche energia. Di solito il titolo viene da solo, da una rivista o da qualcuno che dice qualcosa. Ho aspettato anni mentre lavoravo a questo album ma il titolo non veniva. Ho trovato la parola "Volta"... non ricordo come mi sia venuta, ma ho scoperto che era sia il nome dello scienziato italiano che ha inventato la pila, sia il nome di un fiume africano costruito dall'uomo, sia di un lago artificiale. Diversi elementi confluiscono in questa parola. Io non voglio nominare niente di specifico, ognuno può pensare da solo cosa significhi. C'è anche una danza medievale che porta questo nome, una danza molto divertente e molto difficile da imparare. Così ho tante cose in una sola parola: una danza, un fiume africano che non scorre più, e la pila».
.

Nessun commento: