giovedì 29 maggio 2008

Recensione - Tenacious D e il destino del rock


Regia: Liam Lynch
.
Genere: Commedia
.
Cast:
Jack Black - JB
Kyle Gass - KG
Jason Reed - Lee
Ben Stiller
Tim Robbins
.
Continua a lottare per il rock l'irriverente Jack Black (dopo essersi improvvisato maestro elementare di 'musica dura e pura” nella pellicola ”School of Rock”, di Richard Linklater, 2003): in 'Tenacious D e il Destino del Rock” (in originale 'Tenacious D e il Plettro del Destino”) Black è alle prese con un'autobiografia romanzata che racconta la nascita del sodalizio artistico e interiore con il chitarrista Kyle Gass, co-fondatore dei Tenacious D.
.
Jack Black e Kyle Gass (nel film JB e KG) si incontrarono dopo essere entrati a far parte dell'Actor's Gang, la compagnia teatrale fondata da Tim Robbins. Presto i due scoprirono la comune passione per il rock and roll e nel 1994 istituirono a Los Angeles la band Tenacious D. Dalla prima performance all'Al's Bar di L.A., dove si esibirono con Tribute, alla conquista del disco di platino nel 2001 con l'album 'Tenacious D”, sancita dall'autoproclamazione come 'Miglior band della terra”, i D hanno ottenuto grande successo presso numerose schiere di fan: hanno suonato come supporter per Beck, Tool e Pearl Jam e nel 1999 hanno recitato in una serie televisiva sul canale HBO, che ha contribuito a renderli famosi agli occhi (e alle orecchie) del grande pubblico. I brani scritti dal gruppo denotano influenze folk-metal, comedy-rock e country-rock: evidente la passione di Black per il progressive rock psichedelico degli Anni Settanta.
.
Questo il punto di partenza del film: la biografia del gruppo, reinventata attraverso un vivace e ben riuscito racconto epico dai toni goliardici. I momenti di passaggio che l'eroico antieroe JB affronta per seguire la via del rock (parodiando il genere del Bildungsroman, 'il racconto di formazione”) sono identificabili con le funzioni narrative individuate da Vladimir Propp nella struttura della fiaba tradizionale: l'allontanamento, l'incontro con l'aiutante, il tranello, la mancanza, la conquista del mezzo magico, lo scontro finale con l'antagonista. Diversi elementi richiamano il cliché del racconto epico: si pensi all'excursus medievale sulla storia del Plettro e alla suddivisione del film in capitoli rappresentati simbolicamente dalle figure dei tarocchi (presenti anche nei titoli di testa).
.
JB è un ragazzino appassionato di rock ed heavy metal, che, dopo aver eseguito un brano dal testo scurrile di fronte ai genitori conservatori, viene redarguito violentemente dal padre: ispirato da Dio (Ronnie James), il giovane fugge alla ricerca del luogo perfetto per la realizzazione dei propri sogni di rock and roll, Hollywood. Qui incontrerà il mentore KG, che lo inizierà all'arte della musica e del palcoscenico, promettendogli un'audizione per entrare a far parte di un progetto musicale ambizioso. Ben presto, però, JB si accorge che KG è in realtà un musicista di strada che non riesce a sbarcare il lunario. Con lo scopo di continuare a pagare l'affitto, i due decidono di competere come rock band all'Open Mic Night presso l'Al's Bar. La concorrenza è spietata: al cantante e al chitarrista serve un capolavoro. L'unica possibilità è conquistare il plettro magico che ha portato al successo le più grandi rock star della storia, non ultimo Van Halen: un plettro forgiato nel Medioevo da un dente del Diavolo e custodito al Rock and Roll History Museum, come narrato dal commesso di un negozio di strumenti musicali.
.
'Tenacious D and the Pick of Destiny” è un rock-comedy musical scritto da Black e Gass in collaborazione con il regista Liam Lynch, già autore del documentario biografico 'On the Road with Tenacious D”. Il film è prodotto da Black, Gass e Stuart Cornfeld. I produttori esecutivi sono Ben Stiller, Toby Emmerich, Richard Brener, Cale Boyter e Georgia Kacandes.
Dominato da trovate di pura comicità liberatoria (alla Beavis and Butthead), il film è un tripudio di gag demenziali e passaggi esilaranti (l'incontro-scontro tra i due protagonisti, la scena dell'inseguimento on the road, la lotta titanica tra forze del Bene e del Male a colpi di rock): meno pretenziosa rispetto a School of Rock, la pellicola garantisce divertimento ed evasione, senza richiedere allo spettatore riflessioni approfondite oltre l'approccio immediato. Un poema comico e auto-celebrativo, in senso innocuo e puramente rock, dove ingenuità, imperfezioni e volgarità fanno sorridere e rilassare. Un film che sta alle rock-operas degli Anni Settanta (Tommy di Pete Townshend e Ken Russell -1969-, The Wall di Roger Waters -1979-) come i cantari cavallereschi in volgare (si pensi al Morgante del fiorentino Luigi Pulci, 1432-1484) stanno alla letteratura epica tradizionale.
.
'Tenacious D e il Destino del Rock” è soprattutto una storia di amicizia, una vicenda che racconta della passione di due ragazzi che cercano di realizzare il proprio sogno. Semplificando il concetto di american dream, il film riesce a trasmettere entusiasmo e positività.
.
La pellicola vanta la partecipazione di numerosi artisti che Black e Gass sono riusciti a coinvolgere nel progetto: Meat Loaf nel ruolo del padre di Lil' JB, Ronnie James Dio che interpreta se stesso, Ben Stiller in versione commesso tatuato e capellone per la catena Guitarcenter, Tim Robbins nella parte di un inquietante e oscuro Bela Lugosi desideroso di appropriarsi del Plettro del Destino, Dave Grohl nelle vesti del Diavolo, che accetta la sfida musicale di JB e KG. Queste le parole di Black con riferimento alla partecipazione di Ronnie James Dio alle riprese del film: 'Dio ha portato la sua capacità teatrale da uomo di heavy metal pesante: una delle sue esibizioni che preferisco è quella del video musicale di The Last in Line, dove semplicemente canta guardando fisso in camera. Ti sta dando rock puro e semplicemente tu gli credi, perché è credibile. Il suo è un potere oscuro, ma reale e legittimato. E, nella sua scena, l'ha messo tutto al servizio dei D”.
.
Non mancano altri camei interessanti: JR Reed, componente dell'altra band di Gass (i Trainweck), nel ruolo di Lee, il più grande fan dei D, Fred Armisen (Saturday Night Live) e Ned Bellamy (Lords of Dogtown) come guardie di sicurezza nel museo; Cynthia Ettinger (Carnivale) nel ruolo della madre di Lil'JB; Colin Hanks (King Kong) nel ruolo di un membro della confraternita; Amy Poehler (Saturday Night Live) nel ruolo di una cameriera di autogrill, l'attore John C. Reilly nelle vesti di Bigfoot e Paul F. Tompkins come ospite della serata Open Mic all'Al's Bar.

Nessun commento: