martedì 26 gennaio 2010

Loz Music History - 1967


Ciao a tutti!

Bene, eccoci qui con il primo appuntamento con Loz Music History, spero che la rubrica sia di vostro gradimento.... ^_^

Allora, visto che il sondaggio è finito in perfetta parità (ho ricevuto un voto per ogni "candidato"....) sembra proprio che la scelta alla fine spetti a me.... Bè, è la prima puntata, quindi partiamo dal più grande, perchè, come dice la mia adorata Paola Maugeri, è arrivato lui e tutto è cambiato....

Il 1967 inizia con un avvenimento tragico per l'Italia intera, il 27 gennaio si spara nella sua stanza d'albergo uno dei più grandi cantautori del bel paese: Luigi Tenco. 7 anni dopo in suo onore verrà istituito il Premio Tenco, il più importante premio per la musica d'autore in Italia.... Ma il 1967 è anche un anno importante per il progresso, viene infatti effettuato il primo volo ufficiale di un Boeing 747, che spianerà la strada all'avvento dei voli commerciali di massa, e il chirurgo sudafricano Christiaan Barnard effettua il primo trapianto di cuore della storia.

Un altro avvenimento importante del 1967 avviene il 9 ottobre, quando in Bolivia, dopo essere stato catturato dalle forze governative, viene giustiziato uno dei personaggi più significativi del dopoguerra, simbolo ancora oggi della rivoluzione, Ernesto "Che" Guevara.

E mentre al cinema esce "Il laureato", con Dustin Hoffman e Katharine Ross, e con l'uscita di "Dio perdona... io no!" nasce la coppia Bud Spencer & Terence Hill, nel mondo della musica nascono gruppi che faranno la storia, come Fleetwood Mac, Steppenwolf, Stooges e Jethro Tull, e nei negozi di dischi compaiono due degli album più belli e influenti della storia del rock: "The piper at the gates of dawn" dei Pink Floyd e "Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band" dei Beatles.

Il 1967 è l'anno del boom di uno dei più grandi personaggi del rock e della musica in generale, ovviamente sto parlando del grandissimo Jimi Hendrix. Registrato tra il 26 ottobre 1966 e il 3 aprile 1967, il 12 maggio viene pubblicato "Are you experienced?", album di debutto, e probabilmente il migliore, della "Jimi Hendrix experience". L'album contiene pezzi storici, come "Hey Joe" (che viene scelto come primo singolo per anticipare l'uscita dell'album), The wind cries Mary", "Fire", "Foxy Lady", "Manic Depression" e "Purple Haze". Il disco è subito un successo, arriva in quinta posizione in America e scala la classifica in inghilterra, dove arriva sul secondo gradino del podio, solo dopo "Sgt. Pepper's" dei Beatles.
Jimi Hendrix è un genio, un concentrato di tecnica, psichedelia, ispirazione e improvvisazione, e in Inghilterra questo fu chiaro dall'inizio, ma negli States, patria natia del blues e del jazz, ci voleva qualcosa di più per guadagnarsi il posto d'onore in classifica e spodestare i grandi nomi della musica degli anni '50. Ci voleva l'occasione giusta, che arriva nel giugno del 1967, quando la Jimi Hendrix Experience viene invitata a suonare al Monterey International Pop Festival, una 3 giorni di rock che passerà alla storia soprattutto per quel 18 giugno, quando James Marshall da Seattle sale sul palco, imbraccia la sua Fender Stratocaster e fa godere lei e tutti i presenti per 40 minuti con una delle migliori prestazioni live di sempre, Jimi fa vibrare quelle corde con una foga incredibile, allunga, distorce e plasma il suono a suo piacimento, suona dietro la schiena, con i denti, con l'asta del microfono, e con qualsiasi cosa gli capiti a tiro, scuote i cuori di coloro che erano presenti e per finire, dopo aver suonato "Wild Thing", cosparge la chitarra con del liquido per accendini, la incendia e poi la distrugge contro il palco e gli amplificatori. Il boato della folla è incredibile, il pubblico è conquistato, e l'eco di quelle 6 corde di lì a poco conquisterà il mondo intero.

Il 1° dicembre dello stesso anno la band pubblica nel Regno Unito anche il suo secondo album, "Axis: Bold as Love", che riscuote meno successo del precedente, ma ormai il mito è nato, la storia è segnata, e il grande sentiero del rock si è arricchito di una nuova, grande, pietra miliare....

E ora, per voi, questo è il Monterey Pop Festival, questa è "Wild Thing", questo è Jimi Hendrix!!!!

8 commenti:

Fed ha detto...

la prima puntata della Loz music hisotry mi è piaciuta tanto :)

Massi ha detto...

Che dire,uno dei miei maestri(e non solo mio).Ha fatto la storia questo tizio qui ed è giusto rendergli il doveroso omaggio.God Bless Jimi

lozirion ha detto...

@Fed: Non posso che esserne felice! ^_^ E vedrai la prossima!.... ^_-

@Massi: Mi associo, God Bless Jimi!.... ^_^

Mary ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Mary ha detto...

(Non badare al commento eliminato. L'ho cancellato perchè c'era un errore :P )
Bella history, comppliments! Però io voglio gli AC/DC! Eh? Aspetto con ansia che tu scriva qualcosa su di loro! A presto!

Mary ha detto...

Ok, l'ho fatto anche in questo l'errore...volevo scrivere "compliments" -.-" va beh, sono un disastro... :)

lozirion ha detto...

@Mary: E che problema c'è? Qui non sei mica a scuola.... ^_^ Sai quanti ne faccio io di errori?.... ^_-

Bè, grazie, sono contento che l'history ti sia piaciuta, la prossima, come promesso, sarà sugli AC/DC.... Nel frattempo ho scritto un'altra cosina su Angus e soci.... ^_-

Anonimo ha detto...

Νice pοst. I learn somethіng totаlly new and chаllenging on wеbsіtes I stumbleupon on а daіly baѕiѕ.
It will аlways be hеlpful to гead artіcles from othеr
authors and рracticе sοmethіng from οther ѕitеs.


My рage :: cash buyers for cars