lunedì 16 maggio 2011

Ricordo di un amico, ciao Ronnie....


Ciao a tutti!

E' incredibile come a volte si possa essere legati a persone che nemmeno si sono mai conosciute o con cui non ci si è mai trovati faccia a faccia....

Spesso i personaggi del mondo dello spettacolo, attori, musicisti o cantanti, sono quelli a cui la gente si affeziona, forse perchè diventano dei miti, forse perchè questo o quel personaggio in qualche modo incarna il sogno, quello che ognuno di noi avrebbe voluto fare nella vita, o forse semplicemente perchè ci sono film e brani che restano nel cuore della gente, e di riflesso nel cuore ci resta anche chi li ha interpretati.

Così succede che quando uno di questi personaggi viene a mancare è come se fosse mancata una persona cara, qualcuno che volenti o nolenti ha accompagnato tanti momenti della nostra vita.... Forse può sembrare esagerato, ma chi di voi non si è sentito triste nel leggere la notizia della morte di un attore o di un cantante che ha amato? Magari non lo avete nemmeno mai visto di persona, eppure vi sentite tristi perchè non c'è più, perchè tutto ciò che ne rimane sono i suoi film, o le sue canzoni, o il ricordo di ciò che ha fatto in vita, come nel caso di politici, sportivi, papi e quant'altro.

Per chi, come me, è appassionato di musica, e in particolare di rock, così come per chi è appassionato del cinema di decenni fa', purtroppo in questi anni questa sensazione capita di provarla spesso, perchè molti grandi del rock se ne sono già andati, e buona parte degli altri ha già una veneranda età, così un giorno accendete la tv e sentite la notizia, un grande cantante se n'è andato, a volte pensate semplicemente "cazzo, mi dispiace", a volte invece la notizia è veramente shockante.... Questo è ciò che è successo a me esattamente un anno fa', nel leggere la notizia della morte di un grande come Ronnie James Dio, non so bene perchè, forse per i motivi che elencavo poco fa', forse perchè era senza dubbio uno dei più grandi, un vero e proprio mito del rock e del metal, forse perchè dopo averlo visto potente e carismatico a quasi 70 anni al Gods of Metal nel 2009 ho avuto l'impressione che potesse essere un personaggio eterno, in un certo senso invincibile, e leggere che un male bastardo come il cancro se l'è portato via è stato davvero uno shock....

E' già passato un anno, eppure il ricordo è ancora vividissimo, e la tristezza si fa ancora sentire, e allora questo post vuole essere un ricordo, il ricordo di un grande che non è più tra di noi, il ricordo di una delle voci più potenti e riconoscibili del rock e del metal, ma soprattutto il ricordo di un amico, a cui non ho mai avuto il piacere nemmeno di stringere la mano, ma che mi ha accompagnato chissà quante volte con la sua musica, musica che, quella sì, è eterna, e in cui lui continuerà a vivere, per sempre....

Ciao Ronnie.... Grazie di tutto....

2 commenti:

Karma Police ha detto...

E' proprio vero quello che hai scritto! A me è venuto uno shock quando ho sentito la notizia della morte di Gary Moore. :( Purtroppo la morte è un qualcosa di così improvvisa, che ci lascia sempre e comunque spiazzati, anche se non conosciamo direttamente la persona in questione.
Però possiamo dire che nel caso dei cantanti, il loro ricordo resta sempre più vivo rispetto a quello di tanti altri, perché loro rivivono ogni volta quando ascoltiamo una loro canzone.

Fed Zeppelin ha detto...

Io continuo a mangiarmi le mani per non essere andata a sentirlo quando è venuto per l'ultima volta in Italia!!
Mi manca questo ragazzo!