lunedì 12 dicembre 2011

Claudio Sottocornola presenta il nuovo saggio alla Buona stampa (BG) 16/12/12

Venerdì 16 dicembre a Bergamo il poliedrico uomo di cultura lombardo presenta il suo nuovo libro 'I trascendentali traditi': una dedica a Pasolini e nove conversazioni sui trascendentali in un affascinante studio sulle derive della contemporaneità  
Il nuovo saggio di Claudio Sottocornola alla Buona stampa

 
Claudio Sottocornola
e
Velar Edizioni
sono lieti di presentare: 
 I trascendentali traditi
 
Venerdì 16 dicembre 2011
ore 18.00
Libreria Buona stampa - saletta presentazioni
Via Paleocapa 4/E
Bergamo

Interverranno:
Alessia Biasiolo, Agata Salamone e Donatella Merigo.



Una dedica a Pier Paolo Pasolini e nove brevi conversazioni sui trascendentali, ovvero quei  “caratteri che appartengono all’essere in tutta la sua estensione”, secondo la rigorosa definizione di Vanni Rovighi, che delinea con chiarezza la portata di quei concetti, come bene, verità, bellezza, unità che i filosofi medievali predicavano di tutto il reale, nel solco di un ottimismo metafisico culminante nel pensiero di Tommaso d’Aquino, che apre sotto forma di citazione, accanto ad altro autore classico o moderno, ogni capitoletto. Questa è la struttura di I trascendentali traditi (pp. 164, Ed. Velar, euro 9.00), la nuova fatica di Claudio Sottocornola, che l'autore presenterà a Bergamo il 16 dicembre. Come di consueto, il filosofo lombardo non manca di stupire: dopo le recenti e apprezzate incursioni nella storia d'Italia con spettacoli e lezioni-concerto in occasione dei 150 anni dell'Unità d'Italia, egli affronta con il consueto rigore creativo temi cardine del pensiero occidentale in un saggio che interpreta - e valorizza grazie a originali chiavi di lettura - il contemporaneo.

 Sottocornola - filosofo, docente, interprete, saggista - utilizza musica, poesia e immagine come strumenti di lavoro privilegiati: non a caso la critica lo ha definito efficacemente 'il filosofo del pop' grazie all'uso delle categorie "popular" per la sua attività ermeneutica. I trascendentali traditi si sofferma sulla contemporaneità e le sue derive, sul declino di una civiltà e sul pensiero debole, ma anche sui valori tenacemente ricercati nonostantescetticismo e disillusioni. Come accadeva per i collage di Eighties, nei quali Sottocornola operava senza cesure tra cultura alta e bassa, popular e arte sacra, anche in I trascendentali traditi si muove fra pensiero debole e pensiero forte, "ove alla fine orizzontale e verticale, universale e particolare, verità e dubbio, anarchia e dogma convivono danzando mirabilmente sotto lo stesso cielo". Perché “tutto è grazia”, secondo la celebre affermazione del curato di Bernanos, ma non tutto è uguale e bisogna saper scegliere quale intensità di vita e di valore vogliamo realizzare", sostiene con forza Sottocornola. C’è nell’intero percorso un forte richiamo alla responsabilità: come docente l'autore si è ispirato ai bisogni e alle domande dei suoi studenti, a un'idea di filosofia come "testamento minimo", come una testimonianza e un impegno a orientare nel cammino una generazione che si smarrisce. 

I trascendentali traditi verrà presentato al pubblico e alla stampa venerdì 16 dicembre alle ore 18.00 presso la Libreria Buona Stampa a Bergamo, in Via Paleocapa, 4/E. Interverranno Alessia Biasiolo (direttrice di testata e scrittrice), Agata Salamone (docente di Filosofia e Storia),Donatella Merigo (lettrice).


Claudio Sottocornola:
http://www.cld-claudeproductions.com

Libreria Buona stampa:
http://www.buonastampa.it

4 commenti:

Blackswan ha detto...

Interessante,Bro.Se abitassi più vicino,ci farei un pensiero.

Pippicalzelunghe ha detto...

Bravo!!!Peccato non essere alla rappresentazione del libro...Complimentissimi...non solo rock'n'roll ma tanta cultura

lozirion ha detto...

@Blackswan: Io ci potrei anche andare, è vicino casa mia, e sono pure stato invitato, peccato che il lavoro non mi molla.... :P

@Pippicalzelunghe: Bè, si fa quel che si può, no?.... ^_^

Marco Goi (Cannibal Kid) ha detto...

hey loz,
ti ho mandato una mail per un problema tecnico coi sondaggi. quando leggi risp.