domenica 28 agosto 2011

Sit-Rock: Decenni in musica - Parte III - Anni '80 - Pronti.... Via!


Ciao a tutti!

E' ora di dare il via al terzo capitolo delle Sit-Rock sui decenni.... Questa volta si parla di anni '80, e in quel decennio è passata  tanta di quella musica di ogni genere che sono veramente curioso di vedere cosa avrete scelto.... Smiths o Guns N'Roses? Duran Duran o Joy Division? Metallica o Cure?.... Attendo di leggere le vostre liste; come al solito lasciatele tra i commenti a questo post, e mi raccomando, 20, non una di più, non una di meno!....

Nel frattempo queste sono le mie 20....

1. Guns N'Roses - Welcome to the jungle
2. George Thorogood and the Destroyers - Bad to the bone
3. Motorhead - Ace of spades
4. Nirvana - Negative creep
5. Sonic Youth - Green light
6. Beastie Boys - No Sleep till Brooklyn
7. Alice Cooper - Bed of nails
8. Dire Straits - Money for nothing
9. Social Distortion - Prison bound
10. Ozzy Osbourne - Suicide solution
11. Bon Jovi - Wanted dead or alive
12. Husker Du - Dreams Reoccurring
13. Aerosmith - Livin' on the edge
14. Clash - The leader
15. Motley Crue - Dr. Feelgood
16. Yngwie J. Malmsteen - Black star
17. Jethro Tull - Rock island
18. Stevie Nicks - If I were you
19. Whitesnake - Is this love
20. Peter Case - Horse and crow


sabato 27 agosto 2011

R.I.P. Stevie, We miss you.....


Ciao a tutti,

21 anni fa una tragedia ha spazzato via all'improvviso, a soli 35 anni, uno dei più grandi bluesman che abbiano mai poggiato i piedi su questa terra.... Era notte di fronte all'Alpine Valley Music Theater di Alpine Valley Resort, Wisconsin, dove Stevie aveva appena terminato un concerto in compagnia di diversi musicisti tra cui, scusate se è poco, Buddy Guy e Eric Clapton, proprio quest'ultimo, come racconterà successivamente, quella sera lascia il posto sull'elicottero a Stevie che, molto stanco, voleva tornarsene in albergo il prima possibile.... Peccato che in albergo non ci sia mai arrivato, e nemmeno il pilota e i membri dello staff di Clapton che erano con lui, perchè poco dopo il decollo, a causa della poca visibilità, l'elicottero si schianta contro una collina senza lasciare superstiti....

Di Stevie si potrebbero raccontare un mare di cose, positive o no, si potrebbe parlare del fatto che fosse totalmente autodidatta, che durante la sua seppur breve vita ne abbia viste davvero di tutti i colori tra musica, alcol, droghe e vizi vari, si potrebbe raccontare di quando per non compromettersi le mani, visto che sulla sua chitarra montava corde molto più spesse del normale, si ricopriva i polpastrelli di colla superglue, utilizzata dai militari americani in vietnam per chiudere le ferite in situazioni di emergenza, si potrebbe domandarsi perchè ancora non sia stato inserito nella Rock and Roll Hall of Fame, ed è davvero assurdo.... Si potrebbe stare ore a raccontare delle sue jam session con i più grandi, del suo stile, e chissà di cos'altro ancora, ma io credo che il miglior modo di ricordarlo sia sentir vibrare ancora una volta le corde della sua chitarra....

E allora, ciao Stevie, rest in peace, noi ti ricorderemo sempre così....






venerdì 26 agosto 2011

giovedì 25 agosto 2011

Quattro ottave lunghe 60 anni....


Ciao a tutti!

60 anni tondi tondi proprio oggi per Robert John Arthur "Rob" Halford, cantante dei Judas Priest, personaggio emblematico e a dir poco rappresentativo del metal, ma soprattutto una voce incredibile.... Halford ha un'estensione vocale di circa quattro ottave (e sti cazzi!), e si è guadagnato il secondo posto nella classifica dei 100 migliori cantanti metal, dietro soltanto a un "certo" Robert Plant....

E allora auguroni!

Voi intanto beccatevi un superclassico....

This...
Is...
Your...
PAINKILLER!!!!!!


martedì 23 agosto 2011

LozQuiz: Facce da Quiz!



Ciao a tutti!

Sapete già cosa significa l'immagine qui sopra, vero?.... C'è un nuovo quiz pronto per farvi scervellare.... ^_^

Per questa volta lasciamo un attimo da parte le canzoni e vediamo se riuscite a riconoscere gli artisti. Il totale si alza, non 100 come al solito, ma ben 120 sono gli artisti che dovrete riconoscere.... "Da dove?" direte voi, dalle 10 facce di cui è composto il quiz, ognuna formata da un collage di 12 facce di cantanti o musicisti, quanti ne riuscite a indovinare?....

Per scaricare il quiz cliccate QUI:


Come sempre il mio consiglio è quello di lasciare un commento a questo post se avete bisogno di qualche suggerimento, e di aiutarvi tra di voi.... Vediamo chi riesce a completare il quiz! ^_^

ROCK ON!

lunedì 22 agosto 2011

Sit-Rock: Decenni in musica - Parte III - Anni '80


Ciao a tutti!

Dopo aver attraversato gli anni '60 e gli anni '70 arriviamo dritti dritti su un terreno di scontro che di certo creerà una bella spaccatura, una netta divisione, perchè gli anni '80 sono così, o li ami o li odi, o li consideri l'inizio del declino o l'inizio della svolta, è stato forse il decennio più assurdo e controverso del ventesimo secolo, caratterizzato da un dilagare spaventoso di stili, mode, fenomeni e chissà cos'altro, sono gli anni di film cult, telefilm che hanno tenuto intere generazioni incollate alla tv e che ancora oggi continuano a farlo, oggetti, giochi e videogiochi, simboli e qualsiasi cosa avesse un seguito anche minimo....

In fatto di musica poi le correnti si sprecano, e quindi, senza perdere tempo in altri discorsi, si comincia con il terzo capitolo delle Sit-Rock sui decenni, gli anni '80 e la musica che secondo voi li rappresenta al meglio, riassunta ovviamente, in una lista di 20 canzoni. Come al solito vi lascio una settimana di tempo per pensare ai vostri elenchi, domenica pubblicherò un post con la mia personale lista e aspetterò di leggere le vostre tra i commenti.

Appuntamento a domenica quindi, e state attenti a non immergervi troppo nei ricordi, perchè non si esce vivi dagli anni '80!....



venerdì 19 agosto 2011

Questa musica è roba buona


Ciao a tutti!

Esattamente 42 anni fa, il 19 agosto 1969, il gran signore che campeggia qui sopra entrava in studio per registrare uno dei suoi album più venduti, secondo solo a "Kind of blue", ma soprattutto uno degli album più influenti di tutto il panorama jazz-rock. Ci vogliono soltanto tre giorni per completare le registrazioni di "Bitches brew", album dal titolo emblematico che rappresenta un gioco di parole inglese che in parole povere significa "Questa musica è roba buona", e che uscirà poi nell'aprile del 1970, eppure quando lo si ascolta si fatica a credere che sia bastato così poco tempo, "Bithces brew" è un album molto complesso, sperimentale, tecnico e incredibilmente innovativo; per la prima volta proprio in questo disco Miles Davis mescola massivamente il jazz con il rock, il suono degli ottoni con le scariche della chitarra elettrica, il vecchio col nuovo, e il risultato è qualcosa di veramente eccezionale....

Secondo i critici è proprio con questo disco che nasce la Fusion, che altro non è che questa mescolanza di Jazz e Rock; è un album con pezzi incredibilmente lunghi, (come si addice a un album Jazz), esclusa "John McLaughlin" che dura circa 4 minuti e mezzo, le restanti 5 tracce variano dai 10.52 minuti di "Sanctuary" fino ai 27 minuti dell'interminabile titletrack... Ascoltarlo ora di certo non fa lo stesso effetto di 42 anni fa, quando molti, ascoltando l'album, dissero che sembrava musica mai ascoltata prima, e se non siete amanti del jazz probabilmente vi stanchereste presto di un disco così complesso e oscuro da un certo punto di vista, ma se ascoltato con il giusto spirito "Bitches brew" è davvero illuminante.... Provare per credere!


mercoledì 17 agosto 2011

SuperHeavy, cinque decadi in un colpo solo


Ciao a tutti!

Mick ne ha combinata un'altra delle sue.... A 68 anni suonati la fame di musica di una delle più grandi icone del rock e della musica in generale non accenna a calare, Sir Mick Jagger ha ancora voglia di mettersi in gioco, di sperimentare e di sfornare nuovi pezzi....

L'ultima trovata del cantante è far parte di un supergruppo che definire eterogeneo è riduttivo.... I Superheavy, questo il nome della band, sono composti, oltre che da Mick, da Dave Stewart, ex chitarrista degli Eurythmics, Damian Marley, figlio del compianto Bob, AR Rahman, compositore indiano di colonne sonore, e, last but not least, Joss Stone. Una mescolanza di culture, generi, e soprattutto età anagrafiche differenti, visto che i cinque appartengono tutti a decenni differenti. Mescolanza di cui tutti i componenti della band sono entusiasti; unire il rock classico di Mick con la musica sofisticata e intellettuale di Rahman, lo stile anni '80 di Dave, il reggae di Damian e infine il soul caldo di Joss potrebbe sembrare azzardato, eppure il risultato è talmente buono da essere sorprendente.... Mick e Dave raccontano che durante le sessioni l'ispirazione data dal mix dei diversi stili era talmente forte che hanno composto alcune canzoni che duravano addirittura un'ora ciascuna.....

A Settembre uscirà il primo album dei SuperHeavy, con titolo omonimo, che conterrà 12 pezzi inediti nella versione normale e 16 nella versione deluxe. In uno dei brani, "Satyameva Jayate", Mick Jagger canta addirittura in sanscrito, interpretazione che lui stesso ha descritto così:

"Far rivivere una lingua morta come il sanscrito è qualcosa di diverso da tutto ciò in cui sono stato coinvolto"

L'album è stato anticipato proprio in questi giorni dal primo singolo, Miracle worker, in cui i cinque dimostrano un affiatamento non da poco, oltre a uno stile e una classe sui quali ovviamente non c'era il minimo dubbio....

In attesa dell'intero album gustatevi "Miracle worker", e un Mick Jagger in versione rosa shocking e in forma strabiliante nonostante le 68 primavere sulle spalle.... ^_^



Miracle Worker (SuperHeavy - Miracle Worker - 2011)

Now this one reaching out to all the lovers
who might be thinking of breaking up…
Uh, or maybe, making up… Check it
I missed a part of you I can’t get back
Don’t be a silly nilly, I’m always here for ya, through the thick and thin
not just because we argue
See I wanted to be true, but I can’t do that
Why not, what’s stopping you? Don’t be preposterous
I’ve got a lot of love, not just a lot of lust
If I only wasn’t a fool, I’d be loving
Well that’s your own opinion, and you’re entitled to it
I’ll be lost in oblivion, if we don’t continue through it
There’s nothing wrong with you I can’t fix!
I come a runnin’ with my little bag o’ tricks
In an emergency I’m very well prepared
My scalpel, mask and gloves; don’t ever get too scared
Ritornello
Ooohooo, you’re a Miracle Worker
Ooohooo, you’re a surgeon of love (you have a medical condition)
Ooohooo, can’t wait to fix me up
And I promise I’ll be back again, if you work your miracles on me
Your mentality was fresh, it touched my soul
Invigorating and refreshing, and interesting, and it feels right
My heart was drowing in stress, but you brought out the best in me
Love has a tendency, so I’ve been told, and so it seems like
My http://airdave.it love and laser will regenerate your heart
No need for anesthetics, I’ll go check your charts
I will reshape you, recast you from the mold
A brand new beautiful woman will blossom from the old

Ooohooo, you’re a Miracle Worker
Ooohooo, you’re a surgeon of love (you have a medical condition)
Ooohooo, can’t wait to fix me up
And I promise I’ll be back again, if you work your miracles on me
Ooohooo, you’re a Miracle Worker
Ooohooo, you’re a surgeon of love (you have a medical condition)
Ooohooo, can’t wait to fix me up
And I promise I’ll be back again, if you work your miracles on me

Traduzione - Lavoratore miracoloso
Con questo intendo allungare le braccia a tutti gli innamorati
che potrebbe pensare di lasciarsi…
Uh, o forse, che vogliono farsi perdonare … Stai ad ascoltare
Ho perso una parte di te che non posso riavere indietro
Non essere stupido, io sono sempre qui per te, in ogni momento
non solo perché ci sosteniamo
Avrei voluto fosse vero, ma non posso farlo
Perché no, che cosa ti trattiene? Non essere assurdo
Ho un sacco di amore, non solo un sacco di lussuria
Se solo non fossi un pazzo, sarei innamorato
Ebbene questa è la tua opinione, e ne hai diritto
Mi perderò nell’oblio, se non continuiamo a percorrerlo
Non c’è niente di sbagliato in te che io non possa risolvere!
Ho camminato molto con la mia piccola borsa di trucchi e giochi di prestigio
In caso di emergenza sono molto ben preparato
Dispongo di bisturi, maschera e guanti; per questo non ho mai troppa paura

Ooohooo, sei un lavoratore miracoloso
Ooohooo, sei un chirurgo d’amore (con una buona medicina)
Ooohooo, non vedo l’ora di farmi curare
E ti prometto che tornerò di nuovo, se opererai miracoli su di me
La tua mentalità era fresca, ha toccato la mia anima
Tonificante e rinfrescante, e interessante, e fa sentire bene
Il mio cuore sanguina dallo stress, ma tu hai spremuto il meglio da me
L’amore ha i suoi motivi, così mi è stato detto, e così sembra avvenga
Il mio amore ed il mio laser rigenereranno il tuo cuore
Non c’è bisogno di anestesia, controllerò i tuoi grafici
Io ti rimodellerò a partire dal tuo stampo
Un nuovo marchio di donna bella sboccerà a partire dalla vecchia

Ooohooo, sei un lavoratore miracoloso
Ooohooo, sei un chirurgo d’amore (con una buona medicina)
Ooohooo, non vedo l’ora di farmi curare
E ti prometto che tornerò di nuovo, se opererai miracoli su di me
Ooohooo, sei un lavoratore miracoloso
Ooohooo, sei un chirurgo d’amore (con una buona medicina)
Ooohooo, non vedo l’ora di farmi curare
E ti prometto che tornerò di nuovo, se opererai miracoli su di me


sabato 13 agosto 2011

Sit-Rock: Decenni in musica - Parte II - Anni '70, Premiazione


Ciao a tutti!

Siamo quindi arrivati alla conclusione di questa estenuante seconda sfida delle Sit-Rock sui decenni, i voti sono stati ben 64 e si è arrivati praticamente al fotofinish, grande gara quindi e comunque sia andata complimenti a tutti e grazie di aver partecipato! ^_^

Ma veniamo al succo, qui c'è da far salire sul podio i primi tre classificati, e quindi cominciamo subito!

A salire sul gradino più basso del podio, con il 20% di preferenze, è Chaillrun!
Ecco la sua lista:

1. Barry White - Don't make me wait too long
2. Elton John - Crocodile rock
3. Louis Armstrong - What a wonderful world
4. John Lennon - Instant Karma
5. The Eagles - Hotel California
6. Carl Douglas - Kung Fu fighting
7. The Rolling Stones - Angie
8. Jimmy Cliff - Will Word
9. George Harrison - My sweet lord
10. John Lennon - Imagine
11. Lucio Battisti - I Giardini di marzo
12. David Bowie - Heroes
13. The Bee Gees - Run to me
14. Lucio Battisti - Ancora tu
15. Joe Cocker - Midnight rider
16. Patrick Hernandez - Born to be alive
17. Paul Anka - Diana
18. Queen - Somebody to love
19. Trammps - Disco Inferno
20. Grace Jones - La Vie en rose

Secondo classificato, con il 21% di preferenze, Lucien!
Leggetevi le sue 20 canzoni:

1. Traffic - John Barleycom
2. The Beatles - The long and winding road
3. Neil Young - Don't let it bring you down
4. Led Zeppelin - The Battle of Evermore
5. The Doors - Riders of the storm
6. La Collina - Fabrizio De André
7. Lou Reed - Perfect day
8. Elton John - Rocket Man
9. Pink Floyd - The great gig in the sky
10. David Bowie - Life on Mars
11. Grace Slick - Theme from the movie Manhole
12. Genesis - The Carpet Crawlers
13. Bob Dylan - Hurricane
14. Patti Smith - Pissing in a river
15. Ultravox - Hiroshima mon amour
16. Talking Heads - Psycho Killer
17. Devo - (I can't get no) Satisfaction
18. The Clash - London Calling
19. Police - Message in a bottle
20. Joy Division - Transmission

E infine, questa seconda sfida, con  il 23% dei voti, che le garantiscono un vantaggio minimo ma comunque decisivo, la vince la Stefy! Complimentoni!
Ed ecco qui la lista vincitrice:

1. Doors - Riders On the storm
2. Doors - Waiting for the sun
3. The cure - three immaginary boys
4. The stooges - Dirt
5. The clash - London calling
6. Ramones - Sheena is a punk rocker
7. Talking Heads - Psycho killer
8. Television - Marquee moon
9. Madness - One step beyond
10. Rolling Stones - Wild Horses
11. David Bowie - Heroes
12. John lennon - Immagine
13. Bob Dylan - Hurricane
14. Bauhaus - Bela Lugosi's dead
15. Pink Floyd - Hey you
16. Supertramp - The logical song
17. Eric Clapton - Cocaine
18. Creedence clearwater revival - Have you ever seen the rain
19. Jefferson airplane - Lawman
20. CSN - Dark star



E allora complimenti ancora alla vincitrice e appuntamento fissato per la terza sfida, sugli anni '80! Ora aggiorno la classifica.... ^_^

ROCK ON!!!!!

venerdì 12 agosto 2011

62 anni senza plettro....



Ciao a tutti!

Oggi questo signore qui sotto compie la bellezza di 62 anni, e in tutto questo tempo ne ha passate, ha passato gli anni '60 e '70, ha resistito negli '80 e nei '90 e ancora oggi non accenna a fermarsi. Ha inciso 11 album con i Dire Straits, 7 da solista, più una valanga di colonne sonore, EP, collaborazioni illustri e chi più ne ha più ne metta, il tutto quasi esclusivamente senza plettro, e chissà che calli!....






Potevo quindi io dimenticarmi di fargli gli auguri? GIAMMAI!!!!!

E allora caro Mark, 100 di questi giorni! Ci si vede a Novembre, e con un'ottima compagnia!






giovedì 11 agosto 2011

525 canzoni per riempire l'mp3


Ciao a tutti!

Come ogni estate fioccano su riviste e siti le classifiche più disparate riguardanti la musica, e anche Rolling Stone non è esente da questa corsa alle classifiche, così nel numero di agosto la rivista se ne esce con un numero da collezione dei suoi, con un'idea stavolta davvero ben riuscita. L'incipit lo da la tecnologia e i suoi progressi negli ultimi 2 decenni. Si è passati da stereo ingombranti e dischi in vinile a lettori MP3 a volte fin troppo tascabili che possono contenere ciò per cui una volta serviva uno scaffale a muro pieno di vinili impolverati, così gli autori di RS prendono l'agenda, chiamano 50 artisti di diversi generi ed età e chiedono: "Senti, mi consigli 10-15 canzoni da mettere sull'mp3?"

Il risultato è decisamente interessante, ognuno degli interrogati si è scelto un artista, un gruppo, un genere o un qualsiasi filo conduttore e ha messo giù la sua lista, con una piccola introduzione.... Qui vi ripropongo per intero la classifica, dovutamente privata per motivi di spazio e tempo del singolo commento su ogni canzone presente invece sull'articolo. Alla fine dei conti tra qualche pezzo in più e qualcuno ripetuto le canzoni non sono proprio 525, Però ci si fa un mp3 bello pieno....


Ozzy Osborune: The Bealtes
"Credo sia una grande fortuna essere vissuti su questo pianeta nella stessa epoca dei Beatles. Loro sono stati e saranno sempre la più grande band dell'universo. Ricordo di averne parlato con Steve Jones dei Sex Pistols una volta. Lui continuava a dirmi: 'Cazzo, non mi piacciono i Beatles!'. Io gli rispondevo: 'Amico, tu non sei a posto proprio per un cazzo!'

  1. The Beatles - She loves you (1963)
  2. The Beatles - I want to hold your hand (1963)
  3. The Beatles - I am the walrus (1967)
  4. The Beatles - A day in the life (1967)
  5. The Beatles - Hey Jude (1968)
  6. The Beatles - Help! (1965)
  7. The Beatles - Eleanor Rigby (1966)
  8. The Beatles - Something (1969)
  9. The Beatles - Strawberry fields forever (1967)
10. The Beatles - The long and winding road (1970)

Mark Ronson: Stevie Wonder
Al college un'amica chiese a Mark Ronson: "Mai sentito 'Maybe your baby'?", e lui: "No, cos'è?", e quando lei mise il disco sul piatto lui pensò: "Cazzo, potrei ascoltarla per il resto della mia vita!"

  1. Stevie Wonder - Big brother (1972)
  2. Stevie Wonder - All I do (1980)
  3. Stevie Wonder - I was made to love her (1967)
  4. Stevie Wonder - Superwoman (1972)
  5. Stevie Wonder - As (1976)
  6. Stevie Wonder - I don't know why (1968)
  7. Stevie Wonder - Happier than the morning sun (1972)
  8. Stevie Wonder - That girl (1981)
  9. Stevie Wonder - I believe (1972)
10. Stevie Wonder - Living for the city (1973)

Bono Vox: David Bowie
"Ho scelto questi brani all'interno di un periodo temporale molto preciso della carriera di Bowie: quello che coincide con la mia adolescenza. Ero un suo fan, e lo sono ancora, ma i brani che ho selezionato arrivano da un periodo in cui il mio cuore e la mia mente erano indifesi davanti alla musica. Gli U2 devono molto a Bowie"

  1. David Bowie - Space oddity (1969)
  2. David Bowie - The man who sold the world (1970)
  3. David Bowie - Changes (1971)
  4. David Bowie - Five Years (1972)
  5. David Bowie - Life on Mars (1971)
  6. David Bowie - Starman (1972)
  7. David Bowie - Lady Grinning soul (1973)
  8. David Bowie - The Jean genie (1973)
  9. David Bowie - John, I'm only dancing (1972)
10. David Bowie - Young americans (1975)
11. David Bowie - Fame (1975)
12. David Bowie - Warszawa (1977)
13. David Bowie - Heroes (1977)
14. David Bowie -  Ashes to ashes (1980)
15. David Bowie - Up the hill backwards (1980)

Annie Lennox: Le donne soul
"Se identificate il soul con il Rythm&Blues nero, beh, questa è solo una delle possibilità. Perchè tutta la musica andrebbe intesa come musica dell'anima. La voce è lo strumento con cui il cantante esprime la propria: e queste sono 10 canzoni che mi hanno aiutato a trovare la mia, di voce"

  1. Aretha Franklin - I say a little prayer (1968)
  2. Dusty Springfield - I close my eyes and count to ten (1968)
  3. Carpenters - Close to you (1970)
  4. Dionne Warwick - Do you know the way to San Jose (1968)
  5. The Supremes - Baby love (1964)
  6. Martha Reeves and the Vandellas - Dancing in the streets (1964)
  7. Judi Collins - Farewell to tarwathie (1970)
  8. Petula Clark - Downtown (1965)
  9. Cilla Black - Anyone who had a heart (1964)
10. Sandle Shaw - (There's) Always something there to remind me (1964)

Erykah Badu: Il soul degli anni '70
"Sono cresciuta negli anni '70, a Dallas, quindi mi considero una figlia del funk. Le canzoni che amavo di più erano funky, ma al tempo stesso romantiche: quelle capaci di accenderti il cuore, di commuoverti, ma anche di farti ballare"

  1. The emotions - Don't ask my neighbors (1977)
  2. Bloodstone - Natural high (1972)
  3. Parliament - Aqua boogie (1978)
  4. Stevie Wonder - As (1976)
  5. Prince - I wanna be your lover (1979)
  6. The Isley brothers - Groove with you (1978)
  7. Rick James - Mary Jane (1978)
  8. Deniece Williams - Free (1976)
  9. Natalie Cole - Our love (1977)
10. Earth, wind & fire - That's the way of the world (1975)

Keith Richards: Le radici del reggae
"Quando ti chiedono di fare elenchi come questo, l'ultima cosa che vorresti è essere banale. I classici già li conosciamo tutti, no? Quindi stavolta ho cercato di recuperare un po' di brani finiti nel dimenticatoio. Ecco: penso che sia una buona lista. Io, almeno, mi ci riconosco molto."

  1. Jesse Fuller - Stagolee (1958)
  2. Big Bill Broonzy - When did you leave heaven (1951)
  3. Elmore James - It hurts me too (1957)
  4. Slim Harpo - Blues hangover (1960)
  5. Little Walter - Key to the highway (1958)
  6. Erma Franklin - Piece of my heart (1967)
  7. The Itals - In a dis ya time (1998)
  8. Gregory Isaacs - Innocent people cry (1974)
  9. Chuck Berry - Memphis, Tennessee (1958)
10. Robert Johnson - 32-20 (1936)

Jackson Browne: Le grandi storie di Bruce Springsteen
"Questo elenco è la cosa più difficile che mi sia capitato di fare da molto tempo a questa parte. Forse già sapete cosa rappresenta Bruce, e quello che lui significa per me. La prima volta che l'ho incontrato non era ancora uscito il suo primo disco, ed era appena uscito il mio. Ci sono voluti due album prima che lui facesse il botto. Sono davvero pochi gli artisti che possono vantare più punti di svolta e più epifanie di Bruce."

  1. Bruce Springsteen - Rosalita (1973)
  2. Bruce Springsteen - Thunder road (1975)
  3. Bruce Springsteen - Born to run (1975)
  4. Bruce Springsteen - Jungleland (1975)
  5. Bruce Springsteen - Badlands (1978)
  6. Bruce Springsteen - Atlantic city (1982)
  7. Bruce Springsteen - I'm on fire (1984)
  8. Bruce Springsteen -  My hometown (1984)
  9. Bruce Springsteen - Dancing in the dark (1984)
10. Bruce Springsteen - Streets of Philadelphia (1994)
11. Bruce Springsteen - Sad eyes (1998)
12. Bruce Springsteen - American skin (2001)
13. Bruce Springsteen - The rising (2002)
14. Bruce Springsteen - The ghost of Tom Joad (1995)
15. Bruce Springsteen - Your own worst enemy (2007)

Jack Johnson: Bob Marley
"Sono cresciuto ascoltando Marley. Bob è un'autorità da queste parti.". Johnson non intende dedicare tempo e attenzione a un greatest hits come Legend: "Esiste troppa altra roba di Marley, di gran lunga migliore!"

  1. Bob Marley - Mellow mood (1970)
  2. Bob Marley - Trench townrock (1976)
  3. Bob Marley - Concrete jungle (1973)
  4. Bob Marley - Natural mystic (1977)
  5. Bob Marley - Three little birds (1977)
  6. Bob Marley - Easy skanking (1978)
  7. Bob Marley - Don't rock my boat (1973)
  8. Bob Marley - So much trouble in the world (1979)
  9. Bob Marley - War (1976)

Jim James: Il genio di Curtis Mayfield
"Curtis Mayfield, oltre ad avere la miglior voce in falsetto di tutti i tempi, è stato uno dei più importanti songwriter della storia. Oggi tutti ricordano le sue grandy hit some Superfly e Fredd's dead, ma nel suo repertorio c'era molto di più. Secondo me Curtis è stato mandato sulla terra con il compito di trasmetterci un senso di pace. Ma non solo, in realtà: perche la sua voce, così serena e capace di comunicare amore, è allo stesso tempo anche un richiamo all'unità e alla lotta"

  1. Curtis Mayfield - Move on up (1970)
  2. Curtis Mayfield - People get ready (1965)
  3. Curtis Mayfield - So in love (1975)
  4. Curtis Mayfield - The makings of you (1970)
  5. Curtis Mayfield - Jesus (1975)
  6. Curtis Mayfield - We the people who are darker than blue (1970)
  7. Curtis Mayfield - Choice of colors (1969)
  8. Curtis Mayfield - To be invisible (1974)
  9. Curtis Mayfield - Billy Jack (1975)
10. Curtis Mayfield - Keep on pushing (1964)

Sheryl Crow: I cantautori degli anni '70
E' negli anni '90 che la Crow fa il botto, ma le radici musicali di questa cantautrice, ex corista di Michael Jackson, affondano nella tradizione '70

  1. Elton John - Border song (1970)
  2. Joni Mitchell - A case of you (1971)
  3. Bob Dylan - Knockin' on heaven's door (1973)
  4. James Taylor - You can close your eyes (1971)
  5. Carole King - Way over yonder (1971)
  6. Neil Young - Helpless (1970)
  7. Kris Kristofferson - Me and Bobby McGee (1970)
  8. Loretta Lynn - Coal miner's daughter (1970)
  9. Cat Stevens - Wild world (1970)
10. Janis Ian - At seventeen (1975)

Patti Smith: Bob Dylan
"Sono molte le strade da percorrere nell'avvicinasi alle canzoni di Bob Dylan, emozionanti brani di ingiustizia sociale, di amara transizione, di velati rimorsi e mistiche celebrazioni. Ma, setacciando il corpo del suo lavoro per comporre l'elenco, non ho potuto fare a meno di gravitare intorno alle sue canzoni d'amore. Nessuno è in grado di rivaleggiare con lui in profondità e ampiezza nell'indagare e nell'esprimere l'amore"

  1. Bob Dylan - One too many morning (1964)
  2. Bob Dylan - Boots of spanish leather (1964)
  3. Bob Dylan - Ballad in plain D (1964)
  4. Bob Dylan - Sad-eyed lady of the Lowlands (1966)
  5. Bob Dylan - Love minus zero/No limits (1965)
  6. Bob Dylan - Spanish in the loving tongue (1973)
  7. Bob Dylan - Wedding song (1974)
  8. Bob Dylan - Dark eyes (1985)
  9. Bob Dylan - Like a rolling stone (1965)
10. Bob Dylan - Not dark yet (1997)
11. Bob Dylan - Isis (1976)
12. Bob Dylan - Dirge (1974)
13. Bob Dylan - She belongs to me (1965)
14. Bob Dylan - One of us must know (1966)
15. Bob Dylan - Visions of Johanna (1966)
16. Bob Dylan - Nettie Moore (2006)


The Edge: 15 classici post punk
"Il post punk è stata un'epoca molto formativa per me. Nel 1976 avevo 15 anni. Ho assistito al tramonto del punk, ma è stata proprio quella musica tra la fine degli anni '70 e i primi anni '80 a influenzarmi più di tutto. Era un momento in cui l'intero mondo musicale era rivoltato come un calzino"

  1. Buzzcocks - Fiction romance (1978)
  2. Magazine - The light pours out of me (1978)
  3. The Cure - A forest (1980)
  4. Talking heads - Don't worry about the government (1977)
  5. The Skids - Into the valley (1979)
  6. The associates - Party fears two (1982)
  7. Joy Division - She's lost control (1979)
  8. Wire - Ex lion tamer (1977)
  9. The teardrop explodes - Reward (1981)
10. Wah! Heat - Seven mintues to midnight (1980)
11. The Undertones - Teenage kicks (1978)
12. Public image Ltd. - Public image (1978)
13. Suicide - Dream baby dream (1979)
14. Pere Ubu - Non-Alignment pact (1978)
15. Television - Elevation (1977)

L.A. Reid: Michael Jackson
"Queste sono canzoni che risvegliano i ricordi. Canzoni nelle quali è facile perdersi."

  1. Michael Jackson - Off the wall (1979)
  2. Michael Jackson - Billie Jean (1982)
  3. Michael Jackson - Remember the time (1991)
  4. Michael Jackson - Human nature (1982)
  5. Michael Jackson - Butterflies (2001)
  6. Michael Jackson - Man in the mirror (1987)
  7. The Jackson five - Who's lovin' you (1969)
  8. Michael Jackson - This place hotel (1980)
  9. The Jackson five - I want you back (1969)
10. The Jackson five - I'll be there (1970)

Mick Jagger: I classici del blues
"Ho cercato di coprire stili ed epoche differenti, tuttavia sono gli anni '50 i protagonisti assoluti di questa lista. La musica pop in Gran Bretagna era filtrata da una oliata macchina commerciale. Questi dischi, invece, ti davano l'impressione che la muscia ti parlasse direttamente, e con un tale realismo che potevi credere si trattasse di un altro mondo!"

  1. Little Walter - I got to go (1955)
  2. Buddy Guy - First time I met the blues (1960)
  3. Muddy Waters - 40 days and 40 nights (1956)
  4. Robert Johnson - Stones in my passway (1937)
  5. Ray Charles - Lonely avenue (1956)
  6. Stevie Ray Vaughan - Cold shot (1984)
  7. Z.Z. Hill - Everybody knows about my good thing (1982)
  8. Blind Willie Johnson - Dark was the night, cold was the ground (1927)
  9. Howlin' Wolf - Forty four (1954)
10. Freddie King - Going down (1971)

Thomas Mars: The Velvet Underground
"E' stato mio fratello a farmi conoscere i Velvet Underground. Avevo 13 anni e li ho subito amati. Erano la dimostrazione che una band poteva essere strana, e aprirono la strada a centinaia di alieni del pop"

1. The Velvet UNderground - Whitelight/white heat (1968)
2. The Velvet UNderground - Pale blue eyes (1969)
3. The Velvet UNderground - Candy says (1969)
4. The Velvet UNderground - New age (1970)
5. The Velvet UNderground - Ride into the sun (1970)
6. The Velvet UNderground - Ocean (1969)
7. The Velvet UNderground - Rock & Roll (1970)
8. The Velvet UNderground - I'll be your mirror (1966)
9. The Velvet UNderground - What goes on (1969)
10. Lou Reed - Street Hassle (1978)

Chris Martin: Il pop degli anni '80
Il futuristico suono di synth dei Coldplay affonda sicuramente le sue radici nel pop degli anni '80. A-ha, Michael Jackson, Kate Bush... Qui il loro frontman, Chris Martin, ci rivela le 10 canzoni che hanno maggiormente influenzato la band.

  1. A-ha - Hunting high and low (1985)
  2. Kate Bush - Running up that hill (1985)
  3. U2 - A sort of homecoming (1984)
  4. Neneh Cherry - Buffalo stance (1988)
  5. The stone roses - Sally Cinnamon (1987)
  6. Michael Jackson - Bad (1987)
  7. Guns N'Roses - Mr. Brownstone (1987)
  8. Soul II Soul - Back to life (1989)
  9. R.E.M. - Orange crush (1988)
10. Bruce Springsteen - Brilliant disguise (1987)

Sam Moore: Le mie 10 canzoni preferite di sempre
"Soul per me è un termine troppo limitato. In genere lo si usa riferendosi a uno stile nel cantato, ma per me 'Soul' è come affronti una canzone, quello che dici. E non devi per forza essere nero: ad esempio, per come la vedo io, Pavarotti era un soul man"

  1. Jackie Wilson - That's why (1959)
  2. Aretha Franklin - Rock-a-bye your baby with a dixie melody (1961)
  3. O.V. Wright - A nickel and a nail (1971)
  4. James Carr - The dark end of the street (1967)
  5. B.B. King & Bobby "Blue" Bland - Let the good times roll (1976)
  6. Ray Charles - You are my sunshine (1962)
  7. Gladys night and the pips - Every beat of my heart (1961)
  8. Sam Cooke - Little Red Rooster (1963)
  9. The Caravans - Mary don't you weep (1958)
10. The Beatles with Billy Preston - Let it be (1970)

Jimmy Webb: I 10 pezzi che vorrei aver scritto io
"Quando sento un pezzo che amo, non provo alcuna invidia verso il suo autore. Al contrario, canzoni come queste in genere hanno l'effetto di farmi venir voglia di sedermi al pianoforte e suonare"

1. The Righteous Brothers - You've lost that lovin' Feelin' (1964)
2. Dionne Warwick - Anyone who had a heart (1963)
3. Little Anthony and The Imperials - Goin' out of my head (1964)
4. Glen Campbell - Gentle on my mind (1967)
5. The Four Tops - Baby I need your loving (1964)
6. The Beatles - Penny Lane (1967)
7. Willie Nelson - Crazy (1961)
8. Paul Simon - The boxer (1969)
9. The Everly Brothers - Let it be me (1960)
10. Heart - These dreams (1985)

Elton John: 10 classici del pop contemporaneo
"Si dice sempre che oggigiorno non si scrivono più grandi canzoni, e che se sei un cantante ormai puoi scordarti di cimentarti con un repertorio all'altezza di quello uscito dalle penne di team di autori classici come Holland-Dozier-Holland o Bacharach-David. Ad ascoltare quello che c'è in giro adesso è abbastanza chiaro che difficilmente ci si imbatte in qualcosa con i numeri per diventare un classico. Ma ci sono delle eccezioni, come le dieci canzoni in questa playlist. Canzoni che io, personalmente, difficilmente mi stancherò di ascoltare"

  1. Bob Dylan - Thunder on the mountains (2006)
  2. Amy Winehouse - Bck to black (2007)
  3. Eminem - Love the way you lie (2010)
  4. Rufus Wainwright - Vibrate (2003)
  5. Hot Chip - Brothers (2010)
  6. Plan B - She said (2010)
  7. The Shins - Australia (2007)
  8. Kanye West - Say you will (2008)
  9. The Killers - When you were young (2006)
10. Lady Gaga - Bad romance (2009)

Bruno Mars: Lo stile Doo-Wop
"Mi piace l'idea di purezza assoluta che sta alla base del Doo-Wop. Pure quando le canzoni non raccontano nulla di speciale, riescono sempre a dirlo in un modo che trasmette uno stile impeccabile!"

  1. The Schoolboys - Please say you want me (1956)
  2. The Cadillacs - Speedo (1955)
  3. The Flamingos - I only have eyes for you (1959)
  4. The Capris - There's a moon out tonight (1958)
  5. The Chords - Sh-Boom (1954)
  6. The desires - Let it please be you (1959)
  7. The Chantels - Maybe (1957)
  8. The Students - I'm so young (1958)
  9. Little Anthony and The Imperials - Tears on my pillow (1958)
10. Rosie & The Originals - Angel baby (1960)

?uestlove: Le più belle canzoni di Prince
"Prince è il tipo per il quale ogni disco è una battaglia contro sè stessi. E' scrupoloso e perfezionista, ma, al tempo stesso totalmente capace di lasciarsi andare quando serve. Anche in studio riesce sempre a mantenere un'atmosfera live, al punto che in certi pezzi puoi quasi sentire il pavimento di legno dello studio che vibra. Il più perfetto insieme di passione e abilità musicale che si possa immaginare."

  1. Prince - Baby I'm a star (1984)
  2. Prince - Movie star (1986)
  3. Prince - Irresistible bitch (1993)
  4. Prince - Tricky (1984)
  5. Prince - Clooren bacon skin (1983)
  6. Prince - Little red corvette (1983)
  7. Prince - Lady cab driver (1982)
  8. Prince - The bird (1983)
  9. Prince - The ballad of Dorothy Parker (1987)
10. Prince - The sex of it (1987)
11. Prince - How come U don't call me anymore (1983)
12. Prince - Erotic city (1984)

Lucinda Williams: Le donne del country
"Senza l'esempio di Bobbie Gentry probabilmente sarei cresciuta convinta di non avere una voce adatta a cantare il country."

  1. Bobbie Gentry - Ode to Billie Joe (1967)
  2. Bobbie Gentry - Fancy (1969)
  3. Loretta Lynn - Smoebody, somewhere (1976)
  4. Loretta Lynn - While he's making love (1976)
  5. Sammi Smith - Help me make it through the night (1971)
  6. Melba Montgomery - We must have been out of our minds (1963)
  7. Tammy Wynette - Apartment 9 (1966)
  8. Tammy Wynette - Take me to your world (1968)
  9. Kitty Wells - >Paying for the backstreet affair (1953)
10. Dolly Parton - Jolene (1973)

MGMT: Alle radici della psichedelia
Nessuno, di recente, è riuscito a cogliere meglio di Ben Goldwasser e Andrew Van Wyngarden degli MGMT il lato "contemporaneo" dei grandi classici anni '60 e '70 della psichedelia, e a renderlo sufficientemente pop da funzionare anche dentro uno spot pubblicitario. Folgorati da un incontro con Al Jardine dei Beach Boys, gli MGMT hanno compiuto il miracolo.

  1. Pink Floyd - Summer '68 (1970)
  2. The Velvet Underground - Sister Ray (1968)
  3. The Beach Boys - A day in the life of a tree (1971)
  4. The Brazda Brothers - Lonely time (1973)
  5. Funkadelic - Mommy, what's a funkadelic? (1970)
  6. The Rolling Stones - The lantern (1967)
  7. The Beatles - Strawberry fields forever (1967)
  8. T.Rex - Dawn storm (1976)
  9. Chrome - Pygmies in Zee Park (1978)
10. Judee Sill - Crayon angels (1971)

Win Butler: Il mio amico Bruce Springsteen
"Ho conosciuto gli album di Bruce Springsteen in ordine sparso, ma sono abbastanza sicuro che il primo disco nel quale mi sono imbattuto fu 'Born in the USA'. Ero un bambino allora. Fu solo dopo essermi trasferito a Montreal che ho cominciato ad ascoltare seriamente la sua musica. Di quel secondo periodo ricordo l'impressione che mi fece 'Born to run'. Brendan Reed, che suonava la batteria nella formazione originale degli Arcade Fire, mi fece ascoltare e capire quell'album anche dal punto di vista tecnico. Una rivelazione."

  1. Bruce Springsteen - Two hearts (1980)
  2. Bruce Springsteen - Nebraska (1982)
  3. Bruce Springsteen - Atlantic city (1982)
  4. Bruce Springsteen - State trooper (1982)
  5. Bruce Springsteen - Highway patrolman (1982)
  6. Bruce Springsteen - I'm on fire (1984)
  7. Bruce Springsteen - Dancing in the dark (1984)
  8. Bruce Springsteen - Tougher than the rest (1987)
  9. Bruce Springsteen - Streets of Philadelphia (1994)
10. Bruce Springsteen - Galveston bay (1995)

Grace Slick: Il rock di San Francisco
Alla richiesta di definire quel "San Francisco sound" che contribuì a fondare insieme ai Jefferson Airplane, Grace Slick risponde: "Eravamo liberi di fare ciò che volevamo. Ai discografici bastava che la gente venisse ai nostri concerti. Per il resto, totale libertà"

  1. Jefferson Airplane - Comin' back to me (1967)
  2. Jefferson Airplane - Embryonic journey (1967)
  3. Jefferson Airplane - White rabbit (1967)
  4. The Grateful Dead - Casey Jones (1970)
  5. Big Brother & The Holding company - Piece of my heart (1968)
  6. Santana - Black magic woman (1970)
  7. Sly and the family stone - Dance to the music (1970)
  8. Moby Grape - Omaha (1967)
  9. Quicksilver messenger service - Fresh air (1970)
10. The Rolling Stones - Under my thumb (1966)

NAS: Hip hop d'autore
"Quando alcuni anni fa ho detto che l'hip hop era morto, era perchè sentivo che ci stavamo allontanando dall'arte del fraseggio e del racconto. Tutta quella merda da party, e quella gangsta, non mi interessa, io cerco roba che guardi avanti"

  1. Notorious B.I.G. - My downfall (1997)
  2. 2Pac - If my homie calls (1991)
  3. Kool G & DJ Polo - Road to riches (1989)
  4. Ice Cube - A bird in the hand (1991)
  5. Eric B. and Rakim - Paid in full (1987)
  6. Lil Wayne - I'm single (2010)
  7. Rick Ross - Tears of Joy (2010)
  8. Slick Rick - The moment I feared (1988)
  9. Jay-Z - Empire state of mind (2009)
10. Lil' Kim - Queen bitch (1996)

Pete Seeger: 10 classici del folk
"Charles Seeger, mio padre, era un musicologo. All'età di 90 anni diede alle stampe una raccolta di interventi che aveva tenuto nel corso di diversi convegni di studi. L'ultimo era intitolato 'The folkness of the nonfolk and Nonfolkness of the folk'. Si concludeva così:'Da un punto di vista musicale, gli americani si dividono in due categorie; una maggioranza che non sa di essere folk e una minoranza che pensa di non esserlo'. Frasi eleganti per dire che c'è del folk in ognuno di noi."

  1. Leadbelly - Midnight special (1940)
  2. Woody Guthrie - This land is your land (1951)
  3. Woody Guthrie - Union maid (1940)
  4. Woody Guthrie - Put your finger in the air (1968)
  5. The Weavers - If I had a hammer (1949)
  6. Peter, Paul and Mary - If I had a hammer (1962)
  7. Pete Seeger - We shall overcome (1962)
  8. Bruce Springsteen - We shall overcome (2006)
  9. Tom Paxton - What did you learn in school today (1964)
10. Bob Dylan - Blowin' in the wind (1963)

Tom Petty: Il meglio della british invasion
"Alla metà degli anni '60, gli inglesi erano molto più coinvolti di noi nel rock'n'roll. Noi, negli USA, non lo prendevamo altrettanto seriamente. A farci cambiare idea fu la botta di energia portata dalla british invasion. Band di teenager con le chitarre in primo piano, finalmente! Qualcosa di impensabile in una canzone delle Shireless"

  1. The Beatles - I want to hold your hand (1963)
  2. The Beatles - I saw her standing there (1963)
  3. The Kinks - You really got me (1964)
  4. The Animals - We've gotta get out of this place (1965)
  5. The zombies - She's not there (1964)
  6. The searchers - When you walk in the room (1964)
  7. The Hollies - I'm alive (1965)
  8. The Yardbirds - I'm a man (1965)
  9. Dave Clark Five - Anyway you want it (1964)
10. The Who - I can't explain (1965)
11. The Rolling Stones - (I can't get no) Satisfaction (1965)

Adam Levine: The Police
"Mi piace il modo in cui hanno assemblato reggae, rock'n'roll e punk rock. Le loro canzoni hanno un suono unico nel suo genere"

  1. The Police - The bed's too big without you (1979)
  2. The Police - Murder by numbers (1983)
  3. The Police - Can't stand losing you (1978)
  4. The Police - King of pain (1983)
  5. The Police - Next to you (1978)
  6. The Police - So lonely (1978)
  7. The Police - Don't stand so close to me (1980)
  8. The Police - Man in a suitcase (1980)
  9. The Police - Message in a bottle (1979)
10. The Police - Walking on the moon (1979)

Rick Rubin: Led Zeppelin
"Dopo i Beatles, i Led Zeppelin sono stati la band della qualità, album dopo album, più costante. Senza contare come abbiano saputo assorbire e filtrare 'alla Led Zeppelin' le più disparate modalità musicali"

  1. Led Zeppelin - Your time is gonna come (1969)
  2. Led Zeppelin - What is and what should never be (1969)
  3. Led Zeppelin - Thank you (1969)
  4. Led Zeppelin - Heartbreaker (1969)
  5. Led Zeppelin - Ten years gone (1975)
  6. Led Zeppelin - Since I've been loving you (1970)
  7. Led Zeppelin - Misty mountain hop (1971)
  8. Led Zeppelin - No quarter (1973)
  9. Led Zeppelin - Nobody's fault but mine (1976)
10. Led Zeppelin - In my time of dying (1975)

Alice Cooper: Pete Townshend
"Gli Who erano come una dominatrix che imponeva il concerto al pubblico, e in questo mi hanno certamente influenzato. Pete è il miglior chitarrista che abbia mai visto dal vivo, il migliore showman; pura energia rock'n'roll. Ancora oggi, sta sempre là sul palco, anche a costo di farsi sanguinare i polpastrelli"

  1. The Who - My generation (1965)
  2. The Who - Pictures of Lily (1967)
  3. The Who - Substitute (1966)
  4. The Who - The kids are alright (1965)
  5. The Who - Out in the street (1965)
  6. The Who - I'm a boy (1966)
  7. The Who - I can see for miles (1967)
  8. The Who - Baba O'Riley (1971)
  9. The Who - 5:15 (1973)
10. The Who - Rough boys (1980)

Yoko Ono: Mio marito John Lennon
Yoko Ono ama i Beatles, certo. Però, nello scegliere le sue canzoni preferite nel repertorio del marito, ha chissà perchè privilegiato i dischi che Lennon ha registrato dopo aver abbandonato il gruppo nel settembre del 1969, a registrazioni di "Let it be" ancora calde... "Dopo quella decisione, si sentiva più libero, spiega Yoko. "Voleva concentrarsi sui sentimenti più personali. E nel farlo desiderava essere completamente sincero, autentico"

1. John Lennon - Oh my love (1971)
2. John Lennon - Gimme some truth (1971)
3. John Lennon - Give peace a chance (1969)
4. John Lennon - God (1970)
5. John Lennon - Grow old with me (1984)
6. John Lennon - Imagine (1971)
7. John Lennon - Scared (1974)
8. John Lennon - Jealous guy (1971)
9. John Lennon - I don't wanna be a soldier (1971)
10. John Lennon - Mother (1970)

Robbie Robertson: La musica di New Orleans
L'ex chitarrista della Band è affascinato da New Orleans fin dall'adolescenza: lì ha trovato ispirazione per Storyville, l'album pubblicato nel '91. "La musica di quella città fa stare bene", dice. "Non occorrono grandi spiegazioni. E' una celebrazione della vita"

  1. Wild Tchoupitoulas - Hey pocky A-Way (1976)
  2. Huey "Piano" Smith & the Clowns - Rockin' pneumonia & the Boogie Woogie Flu (1965)
  3. Fats Domino - Blue monday (1956)
  4. Jessie Hill - Ooh poo pah doo (1960)
  5. Shirley & Lee - Let the good times roll (1956)
  6. Professor Longhair - Tipitina (1972)
  7. Lee Dorsey - Yes we can (1970)
  8. Dr. John - I walk on guilded splinters (1968)
  9. Clarence "Frogman" Henry - Ain't got no home (1956)
10. Aaron Neville - Tell it like it is (1966)

Drake: Jimi Hendrix
"Lo guardo sempre quando sono in tour. Ha suonato alle 8 di mattina, dopo un forte temporale, ma ha fatto il più grande concerto che abbia mai visto. Mi piace rivedere il filmato prima di esibirmi in pubblico. Quando abbiamo suonato a Seattle, siamo andati in pellegrinaggio sulla sua tomba. Ho lasciato un biglietto con scritto 'Sei la mia ispirazione costante'"

  1. Jimi Hendrix - Voodoo child (1968)
  2. Jimi Hendrix - Alla along the watchtower (1968)
  3. Jimi Hendrix - Machine gun (1970)
  4. Jimi Hendrix - Purple haze (1967)
  5. Jimi Hendrix - The wind cries mary (1967)
  6. Jimi Hendrix - Little miss strange (1968)
  7. Jimi Hendrix - Hey Joe (1967)
  8. Jimi Hendrix - Star spangled banner (1970)
  9. Jimi Hendrix - House burning down (1968)
10. Jimi Hendrix - Foxy Lady (1967)

Chris Robinson: The Rolling Stones
"Sono arrivato agli Stones tardi, quando ho iniziato a rispecchiarmi nel loro essere sporchi, funky e fighi, e nell'attitudine tipo 'Non ce ne sbatte un cazzo di nulla'"

  1. The Rolling Stones - Midnight ramkbler (1969)
  2. The Rolling Stones - The worst (1994)
  3. The Rolling Stones - Tumbling dice (1972)
  4. The Rolling Stones - Wild horses (1971)
  5. The Rolling Stones - Let it bleed (1969)
  6. The Rolling Stones - Monkey man (1969)
  7. The Rolling Stones - Time is on my side (1964)
  8. The Rolling Stones - Can't you hear me knocking (1971)
  9. The Rolling Stones - Shine a light (1972)

Rod Stewart: Sam Cooke
"Per riuscire a spiegare cosa abbia rappresentato per me Sam Cooke avrei bisogno almeno di un paio d'ore. E comunque non sarei che all'inizio. E' lui che mi ha introdotto al soul. La prima volta che l'ho ascoltato è stato come essere colpito da un fulmine e contemporaneamente come prendere una botta in testa. Avevo 15 anni e lui ha definitivamente cambiato la mia vita"

  1. Sam Cooke - Cupid (1961)
  2. Sam Cooke - A change is gonna come (1965)
  3. Sam Cooke - Having a party (1962)
  4. Sam Cooke - Twistin' the night away (1962)
  5. Sam Cooke - Bring it on home to me (1962)
  6. Sam Cooke - These foolish things (1963)
  7. Sam Cooke - For sentimental reasons (1957)
  8. Sam Cooke - Wonderful world (1960)
  9. Sam Cooke - That's where it's at (1964)
10. Sam Cooke - Chain gang (1960)

Jenny Lewis: Il rock anni '70 californiano
"Mentre andavo alle mie prime audizioni, ascoltavo i Little Feat; quando invece mi recavo dal dentista preferivo Graham Nash"

  1. John Philips - Topanga canyon (1970)
  2. J.J. Cale - Call me the breeze (1971)
  3. Graham Nash - Military madness (1971)
  4. Jackson Browne - Doctor my eyes (1972)
  5. Little feat - Willin' (1971)
  6. Linda Ronstadt - Blue bayou (1977)
  7. Harry Nilsson - Me and my arrow (1971)
  8. Dory Previn - Coldwater canyon (1974)
  9. Warren Zevon - Poor poor pitiful me (1976)
10. Gram Parson - Ooh Las Vegas (1973)

Tom Morello: 10 canzoni di protesta
"Una grande canzone di protesta ha il potere di scuotere le tue convinzioni più radicate. La mia lista comprende pezzi che provano a immaginare un mondo migliore, ma anche altri che invece inviatno a combattere le tirannie esistenti"

1. John Lennon - Imagine (1971)
2. Public Enemy - Fight the power (1989)
3. Bob Marley & The Wailers - Get up, stand up (1973)
4. Peter Gabriel - Biko (1980)
5. Woody Guthrie - This land is your land (1951)
6. Sex Pistols - Anarchy in the UK (1976)
7. The Clash - White Riot (1977)
8. Bob Dylan - With God on our side (1964)
9. Pink Floyd - Another brick in the wall (1979)
10. Rage against the machine - Killing in the name (1992)

Ezra Koenig: Brit pop da riscoprire
Per i Vampire Weekend, un tour mondiale è anche l'occasione per scoprire nuova musica. "Ascoltiamo la radio in continuazione", racconta il loro frontman, Ezra Koenig. Ecco i suoi pezzi inglesi preferiti, scelti tra quelli che non hanno mai sfondato negli USA.

1. The Sugababes - About you now (2007)
2. Cheryl cole - Fight for this love (2009)
3. Dizze Rascal ft. Armand Van Helden - Bonkers (2009)
4. Magnetic man - I need air (2010)
5. Katy B - Katy on a mission (2010)
6. Blackout Crew - Put a donk on it (2008)
7. Tinie Tempah - Pass out (2010)
8. Tinchy Stryder ft. Amelie - Never leave you (2009)
9. Yolanda be cool & DCUP - We no speak americano (2010)
10. Scooter - The sound above my hair (2009)

Iggy Pop: Il blues di Chicago
"Avevo 18 anni quando ho preso la decisione della vita: 'suonerò. o la va o la spacca!'. Una volta presa la decisione, il passo dopo fu cercare la perfezione tecnica. E a quel punto scoprii che la bravura e la capacità presenti nel blues non avevano paragone in nessun altro genere"

1. Junior Wells' Chicago blues band with Buddy Guy - Hoodoo man blues (1965)
2. Junior Wells' Chicago blues band with Buddy Guy - In the wee hours (1965)
3. Johnny Young - Slam hammer (1967)
4. Little Milton - Feel so bad (1967)
5. Muddy Waters - Rollin' stone (1950)
6. Howlin' Wolf - The red rooster (1961)
7. Howlin' Wolf - Smokestack lightning (1956)
8. Sonny Boy Williamson - Help me (1963)
9. Sonny Boy Williamson - Stop crying (1951)
10. Little Walter - It's too late brother (1956)
11. Bo Diddley - I'm a man (1955)
12. John Lee Hooker - No shoes (1960)
13. Jimmy Reed - Bright lights big city (1961)
14. Magic Sam - All of your love (1967)
15. Magic Sam - Looking good (1982)


Brian Wilson: The Beatles
"Il primo disco dei Beatles che ho ascoltato è stato 'Rubber Soul'. Ero talmente sconvolto dopo averlo sentito che sono immediatamente andato sl pianoforte, mi sono seduto e ho iniziato a scrivere di getto la melodia di quella che poi sarebbe diventata 'God only knows'. Non che mi sentissi in competizione, no, era piuttosto un sentimento che aveva a che fare con l'ammirazione."

1. The Beatles - Hey Jude (1968)
2. The Beatles - Get back (1970)
3. The Beatles - All my loving (1964)
4. The Beatles - Let it be (1970)
5. The Beatles - She's Leaving home (1967)
6. The Beatles - I want to hold your hand (1963)
7. The Beatles - She loves you (1963)
8. The Beatles - With a little help from my friends (1967)
9. The Beatles - Here, there and everywhere (1966)
10. The Beatles - Good day sunshine (1966)

Dave Grohl: Hardcore punk anni '80
"Che fortuna essere cresciuto a Washington! E' lì che, durante l'era di Reagan, in concomitanza con la svolta conservatrice da lui inaugurata, è germinata la più ramificata scena hardcore di sempre. Non ricordo nemmeno tutti i concerti che ho visto. Allora pensavo che il mio destino fosse lavorare come magazziniere, poi però ho visto quelle band e mi sono detto: 'Hey, non occorre nemmeno saper suonare uno strumento. E' questo il mio futuro!'"

1. Naked Raygun - Surf combat (1985)
2. Corrosion of conformity - Loss for words (1985)
3. NoMeansNo - It's catching up (1989)
4. Void - Who are you? (1982)
5. Black Flag - Room 13 (1981)
6. Squirrel Bait - Sun God (1985)
7. D.R.I. - I don't need society (1983)
8. Rites of spring - For want of (1985)
9. Husker Du - Chartered trips (1984)
10. Bad Brains - At the movies (1983)

Peter Wolf: Gli anni d'oro del R&B, dal vivo
Il liceo di Peter Wolf si trovava nei pressi dell'Apollo Theater, dove una volta alla settimana il futuro frontman della J. Geils Band andava a sentire James Brown, Ray Charles e Sam Cooke. "Questi artisti avevano formato una comunità fra di loro e con il pubblico. Era come andare in chiesa."

1. Ray Charles - The right time (1958)
2. Gene Chandler - Rainbow 65 (1965)
3. Billy Stewart - Summertime (1966)
4. Stevie Wonder - Fingertips (1963)
5. Sam Cooke - Bring it on home (1963)
6. Otis Redding - Try a little tenderness (1967)
7. Etta James - Something's got a hold on me (1964)
8. Marvin Gaye - The Star-Spangled banner (1983)
9. The Temptations - Ol' man river (1967)
10. Sly & the family stone - I want to take you higher (1969)

Wanda Jackson: Elvis "The Pelvis" Presley
"The queen of rockabilly" incontrò Elvis appena diplomata, nel 1955, e andò subito in tour con lui. Dice che la forza della musica del Re nasce dalla voce. Non ti stanchi mai di ascoltarla.

1. Elvis - Are you lonesome tonight (1960)
2. Elvis - Baby, let's play house (1955)
3. Elvis - Crying in the chapel (1965)
4. Elvis - Don't cry daddy (1968)
5. Elvis - Good rockin' tonight (1954)
6. Elvis - Heartbreaker hotel (1956)
7. Elvis - I forgot to remember to forget (1955)
8. Elvis - Jailhouse rock (1958)
9. Elvis - A little less conversation (1968)
10. Elvis - A mess of blues (1960)

Lars Ulrich: 10 classici hard rock, metal e punk
"Sono sempre stato più interesato al lato 'energico' della musica. Ma a intrigarmi era anche la semplicità di una canzone. In tutte le tracce che ho raccolto qui, c'è il segno della grande hit: sono tutte basate sulla classica struttura strofa, ponte, ritornello"

1. AC/DC - Let there be rock (1977)
2. Anti-Nowhere League - So what (1981)
3. Bachman-Turner Overdrive - Don't get yourself trouble (1981)
4. Blue Oyster Cult - Tattoo vampire (1976)
5. Bow Wow - Silver lightning (1977)
6. Deep Purple - Child in time (1970)
7. Diamond Head - Helpless (1980)
8. Discharge - Free speech for the dumb (1982)
9. Iron Maiden - Prowler (1980)
10. Mercyful Fate - Evil (1983)

Ice Cube: L'hip hop della West Coast
"Se un alieno atterrasse e volesse conoscere il suono dell'hip hop della West Coast queste sono le canzoni che gli farei ascoltare"

1. 2Pac - California love (1995)
2. Eazy-E - Boyz-n-the hood (1987)
3. Ice-T - 6 'N the morning (1986)
4. N.W.A. - Fuck tha police (1988)
5. Dr. Dre - Nuthin' but a 'G' Thang (1993)
6. Ice Cube - It was a good day (1992)
7. Snoop Doggy Dogg - What's my name? (1993)
8. Digital Underground - The humpty dance (1989)
9. Too $hort - Life is... Too short (1988)
10. Luniz - I got 5 on it (1995)

Debbie Harry: Il punk ai tempi del CBGB
"Non ho mai davvero creduto sia esistita una cosa chiamata 'punk rock'. Quella definizione descrive un'epoca, più che un genere musicale. E la dimostrazione è che tutte queste band hanno stili molto diversi"

1. The Ramones - I wanna be sedated (1978)
2. Television - See no evil (1977)
3. Johnny Thunders & the heartbreakers - Chinese rocks (1977)
4. Richard Hell - Blank generation (1977)
5. Dead boys - I need lunch (1977)
6. Suicide - Ghost rider (1977)
7. Teenage Jesus and the Jerks - Burning rubber (1979)
8. James Chance and the contortions - Contort yourself (1979)
9. The Fast - Comic books (1977)
10. Jayne County - If you don't wanna fuck me baby, baby fuck off (1977)

Art Garfunkel: Un debole per i gruppi vocali
"Non so come altro dirlo... E' stata una botta vera." Questo è il commento di Art Garfunkel quando gli chiedi del rock'n'roll scoperto da adolescente e ascoltato alla radio con l'amico Paul Simon. "Mi ha dato la sveglia."

1. The Dells - Oh, what a night (1956)
2. The Crows - Gee (1953)
3. The penguins - Earth angel (1954)
4. The four fellows - Soldier boy (1955)
5. The Rocky Fellers - Killer Joe (1963)
6. The Ronettes - Be my baby (1963)
7. The Everly Brothers - Let it be me (1960)
8. The Beach Boys - Help me, Rhonda (1965)
9. Player - Baby come back (1977)
10. The Chi-Lites - Have you seen her (1971)

Gerard Way: Top ten glam rock
Il frontman dei My Chemical Romance è cresciuto metallaro, ma il giorno in cui ha sentito "All the young dudes" dei Mott the Hoople cantata da Bruce Dickinson, leader degli Iron Maiden, ha scoperto un mondo: "Ero stregato da ogni nuovo gruppo che incontravo, e ho iniziato a discutere con chi sosteneva che il glam fosse solo maquillage. Per me no, per me era pura magia"

1. David Bowie - Ziggy stardust (1972)
2. T.Rex - Children of the revolution (1972)
3. Mott the Hoople - All the young dudes (1972)
4. Sweet - Ballroom blitz (1973)
5. Slade - Cum on feel the noize (1973)
6. Roxy music - Love is the drug (1975)
7. Brian Eno - Needles in the camel's eye (1974)
8. Alice Cooper - Clones (1974)
9. Suzi Quatro - 48 Crash (1973)
10. New York Dolls . Personality crisis (1973)

Rufus WainWright: Leonard Cohen
"Fantastiche sculture incorniciate. E' coraggiante ascoltare le sue composizioni, se sei tu stesso un autore, ma stai certo che ne uscirai migliore"

1. Leonard Cohen - Who by fire (1974)
2. Leonard Cohen - Don't go home with your hard-on (1977)
3. Leonard Cohen - Death of a ladies' man (1977)
4. Leonard Cohen - A thousand kisses deep (2001)
5. Leonard Cohen - Sisters of mercy (1967)
6. Leonard Cohen - Chelsea hotel No. 2 (1979)
7. Leonard Cohen - The future (1992)
8. Leonard Cohen - Take this Waltz (1988)
9. Leonard Cohen - Bird on a wire (1969)
10. Leonard Cohen - Famous blue raincoat (1971)


lunedì 8 agosto 2011

80 anni di scosse e brividi....


Ciao a tutti!

L'8 agosto del 1931, esattamente 80 anni fa, un pick-up elettromagnetico veniva applicato ufficialmente per la prima volta su una chitarra, e così nasceva la chitarra elettrica, quindi auguri a questo stupendo strumento!....

Come posso fare se non postare video come questi?.... ^_^
























venerdì 5 agosto 2011

Alle soglie dell'alba....



Esattamente 44 anni fa la musica cambiava, cambiava il modo di farla, il modo di interpretarla e anche quello di ascoltarla.... Dopo il dilagare del rock'n'roll e del surf rock tra gli anni '50 e i primissimi anni '60, il centro nevralgico del mondo musicale è oltreoceano, in quegli Stati Uniti patria natìa del blues e del jazz ancora prima che del rock'n'roll, ma soprattutto culla di artisti come Chuck Berry, Jerry Lee Lewis, Bill Haley, Little Richard, Bo Diddley e il grande Elvis. Dall'inizio del decennio '60 però il baricentro comincia a spostarsi sempre più verso il vecchio continente, trainato prepotentemente dalla prima vera British Invasion. Tutto l'underground musicale di sua maestà, rimasto in sordina mentre il ciclone Elvis faceva sfaceli in ogni dove, trova un varco ed esplode letteralmente; sono gli anni del debutto di Beatles e Rolling Stones, Who, Moody Blues, Kinks, Animals, Yardbirds e chi più ne ha più ne metta. Inutile dire che con band come queste la crescita di qualità e diffusione della musica è esponenziale, così questo turbinio porta con sè anche una nuova corrente, che guarda più avanti, sperimenta nuovi modi di suonare, di comporre, di registrare, e di intendere la musica. Da questa nuova corrente nascono il rock progressivo e quello psichedelico, che caratterizzano  il periodo tra la metà dei sixties e gli anni '70, ma che in realtà ancora oggi fortunatamente non si arresta....

Ed è qui che arriviamo all'anniversario che oggi voglio celebrare con questo post, perchè sperimentazione musicale significa trovare nuove maniere per suonare gli strumenti vecchi, trovare nuovi strumenti, mettere insieme effetti, sovraincisioni, e chissà cos'altro, ma anche inquadrare la musica a livello più ampio, integrarla con altre forme d'arte, visualizzare la musica, viverla, e non solo sentirla, non limitarsi a vederla come un sottofondo ma sfruttarne tutte le potenzialità psicologiche e in qualche modo sentimentali. Dagli anni '60 ad oggi di passi in avanti la musica ne ha fatti tanti, spesso proprio grazie a chi ha sperimentato dimensioni nuove, ed è nel 1967 che tutto comincia, quando quattro ragazzi poco più che ventenni, dopo qualche anno passato suonando nei locali dell'underground londinese proponendo cover e rivisitazioni principalmente di brani folk e blues, pubblicano ufficialmente il loro album di debutto, forse ancora inconsapevoli che quell'album sarebbe diventato una delle pietre miliari più grandi della storia della musica.... I quattro ragazzi in questione si chiamano Roger Waters, Nick Mason, Rick Wright e Roger Keith "Syd" Barrett, il loro nome è Pink Floyd e tutto il resto è storia....

All'inizio del 1967 i Pink Floyd incidono un singolo intitolato "Arnold Layne" che viene pubblicato qualche mese dopo con un buon riscontro di pubblico, e che sarà seguito da un altro singolo (e che singolo!), "See Emily play". A metà febbraio iniziano le registrazioni dell'album, negli studi di Abbey Road proprio mentre i Beatles stanno registrando "Sgt. Pepper's lonely heart club band" (e scusate se è poco....). Le versioni sull'atmosfera durante le registrazioni sono contrastanti, c'è chi dice che tutto sommato non ci sono stati grossi intoppi e chi invece ricorda quel periodo come una sorta di incubo, e a dire la verità è più probabile la seconda versione, perchè tutto l'album viene registrato sotto la direzione di Syd, che, anche se ancora non era diventato difficilmente trattabile, è un visionario e vuole che le canzoni, quasi tutte scritte e composte da lui, trasmettano tutte le sensazioni che lui stesso ha provato nel comporle, cosa per nulla facile in uno studio di registrazione, ma tant'è, il 5 agosto del 1967 la fatica viene ricompensata....

L'album si intitola "The piper at the gates of dawn", letteralmente "Il pifferaio alle soglie dell'alba", titolo del settimo capitolo del libro "Il vento fra i salici" di Kenneth Grahame, in cui i protagonisti vengono attratti dalla musica del pifferaio. Già il titolo dà l'idea dell'atmosfera sognante e visionaria che c'è nella testa di Syd, e le "stranezze" non si fermano qui, la copertina è un'altra parte importante; a differenza dello "standard" dell'epoca, il titolo non compare, per lasciare spazio alle foto ripetute e sovrapposte dei quattro membri della band e al nome del gruppo scritto a caratteri cubitali, e da questi elementi è già evidente che l'album è tutto tranne che un disco come gli altri....

Vorrei stare qui a parlarvi singolarmente di ogni brano, e avrei da parlare per ore, ma secondo me esiste un confine tra ciò che è un album e ciò che invece va oltre, così come per i concept album non è sufficiente parlare dei singoli brani ma bisogna seguire il filo conduttore che racconta la storia, così per "The piper at the gates of dawn" l'analisi, per quanto ampia, dettagliata o tecnica dei brani è superflua e insufficiente, va vissuto, va ascoltato ad occhi chiusi lasciando scorrere le sensazioni dentro di sè, e tutto quel che Syd Barrett voleva trasmettere diventa chiaro, per poi forse sparire quando il disco finisce, ma lasciando un'indelebile traccia del suo passaggio.... "Piper" è la mente di Syd, con tutte le sue paure, le sue sensazioni, le sue visioni, sparato dritto nella mente di chi lo ascolta, per questo dico che la musica è cambiata da qui in avanti, perchè la curiosità di inquadrare la musica da un altro punto di vista è pienamente soddisfatta quando il punto di vista sono le sensazioni personali di chi lo ascolta, la sperimentazione si ferma alla registrazione, ma quando la puntina tocca il vinile sul piatto le emozioni corrono dirette alla testa e al cuore e per poco più di 40 minuti trascinano in un viaggio indimenticabile senza ausilio di LSD....

E allora, consigliandovi vivamente di ascoltare questo disco se ancora non l'avete fatto, questo è il mio modo di ricordare Syd e la sua opera prima.... Ciao diamante pazzo.... E grazie di tutto questo....

giovedì 4 agosto 2011

Leggete e urlate


Come se già in questo periodo non avessi ascoltato il nuovo album di CapaRezza fino alla nausea, visti i tempi che corrono adesso leggetevi questo testo. Che la canzone sia rock o meno non conta, un testo come questo, vero, schietto e lessicalmente geniale, è da leggere, rileggere e urlare....

E adesso datemi pure del comunista....

Non siete Stato Voi (CapaRezza - Il sogno eretico - 2011)
Non siete Stato voi che parlate di libertà
come si parla di una notte brava dentro i lupanari.
Non siete Stato voi che trascinate la nazione dentro il buio
ma vi divertite a fare i luminari.

Non siete Stato voi che siete uomini di polso
forse perché circondati da una manica di idioti.
Non siete Stato voi che sventolate il tricolore come in curva
e tanto basta per sentirvi patrioti.

Non siete Stato voi né il vostro parlamento di idolatri
pronti a tutto per ricevere un’udienza.
Non siete Stato voi che comprate voti con la propaganda
ma non ne pagate mai la conseguenza.

Non siete Stato voi che stringete tra le dita
il rosario dei sondaggi sperando che vi rinfranchi.
Non siete Stato voi che risolvete il dramma dei disoccupati
andando nei salotti a fare i saltimbanchi.

Non siete Stato voi.
Non siete Stato, voi.

Non siete Stato voi, uomini boia con la divisa
che ammazzate di percosse i detenuti.
Non siete Stato voi con gli anfibi sulle facce disarmate
prese a calci come sacchi di rifiuti.

Non siete Stato voi che mandate i vostri figli al fronte
come una carogna da una iena che la spolpa.
Non siete Stato voi che rimboccate le bandiere sulle bare
per addormentare ogni senso di colpa.

Non siete Stato voi
maledetti forcaioli impreparati,
sempre in cerca di un nemico per la lotta.
Non siete Stato voi che brucereste come streghe gli immigrati
salvo venerare quello nella grotta.

Non siete Stato voi
col busto del duce sugli scrittoi
e la costituzione sotto i piedi.
Non siete Stato voi
che meritereste d’essere estirpati
come la malerba dalle vostre sedi.

Non siete Stato voi.
Non siete Stato, voi.

Non siete Stato voi che brindate con il sangue
di chi tenta di far luce sulle vostre vite oscure.
Non siete Stato voi che vorreste dare voce
a quotidiani di partito muti come sepolture.

Non siete Stato voi che fate leggi su misura
come un paio di mutande a seconda dei genitali.
Non siete Stato voi che trattate chi vi critica
come un randagio a cui tagliare le corde vocali.

Non siete Stato voi, servi, che avete noleggiato
costumi da sovrani con soldi immeritati,
siete voi confratelli di una loggia che poggia
sul valore dei privilegiati come voi
che i mafiosi li chiamate eroi
e che il corrotto lo chiamate pio
e ciascuno di voi,
implicato in ogni sorta di reato
fissa il magistrato e poi giura su Dio:
"Non sono stato io!".


martedì 2 agosto 2011

Sit-Rock: Decenni in musica - Parte II - Anni '70, Si aprano le danze!


Ciao a tutti!

Eccoci arrivati finalmente alla resa dei conti del secondo appuntamento della serie di Sit-Rock sui decenni musicali....

Questa volta, le liste in gara sono ben 11, segno che questo giochino è di vostro gradimento e questo mi fa immensamente piacere, ma soprattutto segno che gli anni '70 ancora oggi smuovono gli animi, e allora tra pochi secondi comparirà un bel sondaggio nella colonna di sinistra, qui sotto ci sono le 11 compilation in gara, non dovrete far altro che votare la vostra preferita!

Buona lettura, buona votazione e che vinca il migliore! ^_^


Lozirion
 1. The Who - Behind blue eyes
 2. Lou Reed - (Take a) Walk on the wild side
 3. The Doors - The spy
 4. Patti Smith - High on Rebellion
 5. Tom Waits - Grapefruit Moon
 6. Queen - Flick of the Wrist
 7. John Lennon - Mind Games
 8. Aerosmith - Walk this way
 9. Pink Floyd - Wish you were here
10. Frank Zappa - Stick it Out
11. Giorgio Gaber - Far finta di essere sani
12. David Bowie - Rock'n'roll suicide
13. Joni Mitchell - Let the Wind Carry Me
14. The J. Geils Band - Must Have Got Lost
15. Jethro Tull - Mother Goose
16. King Crimson - Lady of the Dancing Water
17. Black Sabbath - Behind the Wall of Sleep
18. Led Zeppelin - Kashmir
19. AC/DC - T.N.T.
20. Elton John - Teacher I Need You

Chaillrun
 1. Barry White - Don't make me wait too long
 2. Elton John - Crocodile rock
 3. Louis Armstrong - What a wonderful world
 4. John Lennon - Instant Karma
 5. The Eagles - Hotel California
 6. Carl Douglas - Kung Fu fighting
 7. The Rolling Stones - Angie
 8. Jimmy Cliff - Will Word
 9. George Harrison - My sweet lord
10. John Lennon - Imagine
11. Lucio Battisti - I Giardini di marzo
12. David Bowie - Heroes
13. The Bee Gees - Run to me
14. Lucio Battisti - Ancora tu
15. Joe Cocker - Midnight rider
16. Patrick Hernandez - Born to be alive
17. Paul Anka - Diana
18. Queen - Somebody to love
19. Trammps - Disco Inferno
20. Grace Jones - La Vie en rose

Fed Zeppelin
 1. Deep Purple - Burn
 2. Black Sabbath - Paranoid
 3. Jethro Tull - Thick as a Brick
 4. Led Zeppelin - Since I've been loving you
 5. The Who - Baba O'Riley
 6. Uriah Heep - The Wizard
 7. Focus - Hocus Pocus
 8. Funkadelic - Maggot Brain
 9. David Bowie - Life on Mars
10. Pink Floyd - Brain Damage
11. Queen - Nevermore
12. Rolling Stones -It's only Rock'n'Roll but I like it
13. The Doors - Riders on the Storm
14. King Crimson - A Sailor's Tale
15. Fairport Convention - Wake Up John (Hanging Song)
16. Gentle Giant - Knot
17. Grateful Dead - Me and My Uncle
18. John Lennon - Jealous Guy
19. Sparks - This Town Ain't Big Enough For Both Of Us
20. Parliament/Funcadelic - Give Up the Funk (Tear the Roof off the Sucker)

Marco (Cannibal Kid)
 1. Iggy Pop – Lust for life
 2. Sex Pistols – Anarchy in the UK
 3. Big Star – Thirteen
 4. Devo – Mongoloid
 5. Blondie – Heart of glass
 6. Romantics – What I like about you
 7. Cheap Trick – Surrender
 8. Chic – Good times
 9. Hollies – The air that I breathe
10. Buzzcocks – Ever Fallen in Love (with someone you shouldn't've)
11. Talking Heads – Psycho killer
12. David Bowie – Changes
13. Eagles – New kid in town
14. Ramones – Rock’n’roll high school
15. Ennio Morricone – Sean Sean
16. Elton John – Tiny dancer
17. Sugarhill Gang – Rapper’s delight
18. Carly Simon – You’re so vain
19. Electric Light Orchestra – Strange magic
20. Gil Scott-Heron – The revolution will not be televised

Resto In Ascolto
 1. David Bowie - Aladdin Sane
 2. David Bowie - Life on Mars
 3. Clash – London calling
 4. Marvin Gaye – What’s Going On?
 5. Led Zeppelin – Rock'n'Roll
 6. Bob Marley - No Woman No Cry
 7. Ramones – Blitzkrieg Bop
 8. Rolling Stones – Tumbling Dice
 9. Patti smith – Gloria
10. Talking Heads – Pulled Up
11. Talking Heads - Life During WarTime
12. Jackson Browne – Late for the Sky
13. Lou reed – Berlin
14. Bruce Springsteen – Born to Run
15. Cure – Three Imaginary Boys
16. Rickie Lee Jones – Chuck’s in Love
17. John lennon – Jealous Guy
18. Lynyrd Skynyrd - Sweet Home Alabama
19. Graham parker – Don't Ask Me Questions
20. Tom waits – Whistlin’ Past the Ggraveyard

Lucien
 1. Traffic - John Barleycom
 2. The Beatles - The long and winding road
 3. Neil Young - Don't let it bring you down
 4. Led Zeppelin - The Battle of Evermore
 5. The Doors - Riders of the storm
 6. La Collina - Fabrizio De André
 7. Lou Reed - Perfect day
 8. Elton John - Rocket Man
 9. Pink Floyd - The great gig in the sky
10. David Bowie - Life on Mars
11. Grace Slick - Theme from the movie Manhole
12. Genesis - The Carpet Crawlers
13. Bob Dylan - Hurricane
14. Patti Smith - Pissing in a river
15. Ultravox - Hiroshima mon amour
16. Talking Heads - Psycho Killer
17. Devo - (I can't get no) Satisfaction
18. The Clash - London Calling
19. Police - Message in a bottle
20. Joy Division - Transmission

Stefy248
 1. Doors - Riders On the storm
 2. Doors - Waiting for the sun
 3. The cure - three immaginary boys
 4. The stooges - Dirt
 5. The clash - London calling
 6. Ramones - Sheena is a punk rocker
 7. Talking Heads - Psycho killer
 8. Television - Marquee moon
 9. Madness - One step beyond
10. Rolling Stones - Wild Horses
11. David Bowie - Heroes
12. John lennon - Immagine
13. Bob Dylan - Hurricane
14. Bauhaus - Bela Lugosi's dead
15. Pink Floyd - Hey you
16. Supertramp - The logical song
17. Eric Clapton - Cocaine
18. Creedence clearwater revival - Have you ever seen the rain
19. Jefferson airplane - Lawman
20. CSN - Dark star

brazzz
 1. Robert Wyatt - Sea song
 2. Joy division - transmission
 3. Wire - 154
 4. Clash - London calling
 5. David Bowie - Heroes
 6. Pop group - We are all prostitutes
 7. Gang of four - anthrax
 8. Talking heads - Life during wartime
 9. Devo - gut feeling
10. Devo - satisfaction
11. Iggy Pop - the passenger
12. Iggy Pop - dum dum boys
13. King Crimson - The talking drum
14. Peter Gabriel & Robert Fripp - Exposure
15. Brian Eno - King's let hat
16. Sex pistols - God save the queen
17. XTC - Making plans for nigel
18. Ramones - Pinhead
19. The Cure - A forest
20. James Chance & the Contortions - Dish it out

BlackSwan
 1. John Lennon - Imagine
 2. The Clash - London Calling
 3. Joy Division - Disorder
 4. The Police - Message in a Bottle
 5. Bruce Springsteen - Racing in the Street
 6. Pere Ubu - Street Waves
 7. Television -Prove it
 8. Suicide - Frankie Teardrop
 9. David Bowie - Heroes
10. Ramones - Blitzkrieg Bop
11. CSN&Y -Almost cut my hair
12. Lou Reed - Perfect day
13. The Who - Won't Get Fooled Again
14. Marvin Gaye - What's going on
15. The Stogees - Down on the Street
16. Traffic - Glad
17. Led Zeppelin - Starway to heaven
18. The Greatful Dead - Box of Rain
19. Joni Mitchell - A Case of You
20. Sex Pistols - Anarchy in the UK

Elva Young
 1. Pink Floyd - Confortably Numb
 2. Pink Floyd - Astronomy Domine
 3. Jonny Cash - Hurt
 4. John Lennon - Imagine
 5. Deep Purple - Burn
 6. Black Sabbath - Iron Man
 7. Queen - Somebody to love
 8. The Eagles - Hotel California
 9. Led Zeppelin - Since I've been loving you
10. Bob Dylan – Hurricane
11. Pink Floyd - Hey You
12. The Who - Baba O'Riley
13. AC/DC - Back in Black
14. AC/DC - Higway to Hell
15. Ramones – Rock’n’roll high school
16. The Who - Behind Blue Eyes
17. Genesis – The Carper Crawlers
18. Pink Floyd - Goodbye Blue Sky
19. Pink Floyd - Mother
20. Queen - Killer Queen

MrJamesFord
 1. Bruce Springsteen - Born to run
 2. Lynyrd Skynyrd - Free bird
 3. Johnny Cash - Man in black
 4. Warren Zevon - Johnny strikes up the band
 5. David Bowie - Life on Mars
 6. Kiss - Rock and roll all nite
 7. Lou Reed - Perfect day
 8. Patty Smith - Because the night
 9. Bob Dylan - Lily, Rosmary and the jack of hearts
10. AC/DC - Highway to hell
11. Neil Young - Thrasher
12. Steve Miller Band - The joker
13. The Clash - Train in vain
14. Black Sabbath - War pigs
15. The Stooges - Search and destroy
16. Blue Oyster Cult - (Don't fear) the reaper
17. The Beatles - Happyness is a warm gun
18. The Who - Baba O'Riley
19. Aerosmith - Dream on
20. Marvin Gaye - Let's get in on

VOTATEVOTATEVOTATEVOTATEVOTATEVOTATEVOTATEVOTATEVOTATEVOTATE!!!!....